7 commenti

  1. Simone

    Ciao, innanzitutto ti faccio i complimenti per l’articolo molto dettagliato e te ne ringrazio. Io sto per cominciare questa esperienza lavorativa e i tuoi consigli sono utilissimi. Però volevo chiederti ancora un particolare: se inizialmente opererò senza partita iva e quindi a titolo di regalia, come devo presentarmi sui biglietti da visita?..cioè non posso mettere i prezzi ma come farò a non cadere in incomprensioni col cliente? Io vorrei iniziare con i massaggi a domicilio senza partita iva per poi aprine una , ma dovrò farlo senza uno studio e questo è un altra perplessità che ho. Ed oltretutto…quali requisiti igenico sanitari servono per operare a domicilio del committente? Grazie mille in anticipo .

    • Fabio

      Ciao Simone, grazie a te per aver letto l’articolo.
      Sul biglietto da visita non puoi inserire i prezzi dei massaggi che fai, in quanto lo spazio è pochissimo. Quindi nella parte anteriore puoi scrivere:
      Titolo: esempio, “Benessere & Salute”
      Testo: esempio, “ Massaggiatore qualificato esegue varie tipologie di massaggio viso/corpo”
      Contatti: cellulare (se hai la possibilità utilizza un numero solo per questa attività), email (crea un indirizzo email solo per questa attività)
      Nella parte posteriore, del biglietto da visita, puoi invece creare una scheda, come hai visto nella foto dell’articolo, dove il cliente andrà a mettere una firma ogni qualvolta che fà un massaggio.
      Ovviamente preparati una scheda tua, personale, dove decidi tempi e prezzi dei massaggi che dirai quando sarai contattato.
      Lavorare senza partita iva è ovviamente rischioso e inoltre non puoi pubblicizzarti più di tanto, tuttavia aprirne una subito ti comporta delle spese che ancora non sai se riuscirai a coprire. Magari aspetta di allargare il giro e di trovare qualche collaborazione con qualche centro.
      Per quanto riguarda i requisiti igienico sanitari del committente è irrilevante (potresti anche trovarti a massaggiare ad esempio, in un monolocale). L’importante e che ci sia uno spazio adeguato dove posizionare il lettino da massaggio, dandoti l’opportunità di girarci intorno comodamente (è consigliabile, comunque, un ambiente riscaldato).
      Ti ricordo che per tutte le azioni burocratiche che riguardano il nostro lavoro puoi andare su http://www.massaggielavoro.com/ troverai informazioni molto importanti.
      Ti saluto e ti auguro tanta fortuna per questa nuova esperienza lavorativa.

  2. sara

    Ciao, scusa ma non riuscivo ad inviare ed ho provato con un messaggio. Ora è tutto ok.
    Volevo complimentarmi anche io per il post che hai scritto, ne farò tesoro. Volevo chiederti…io vorrei fare i massaggi al mio domicilio, visto che ho lo spazio, hai qualche consiglio da darmi per favore? Ti ringrazio tantissimo,
    Sara

    • Fabio

      Ciao Sara,
      ti ringrazio per i complimenti. Non ho capito se il consiglio ti occorre a livello burocratico o pratico. Se è a livello burocratico, puoi dare un’occhiata al blog http://www.massaggielavoro.com
      Per quello pratico puoi leggere un post che ho già pubblicato: http://www.massaggieconsigli.it/allestimentostudiomassaggi/
      In linea generale, se per il momento non hai molto da investire, ti occorre:
      1. Lettino (quello che vedi nel post può andare benissimo).
      2. Un mobile/console (ne trovi carini anche da IKEA). Prendine uno che abbia il vetro sopra o puoi fartelo realizzare da un vetraio e posiziona il mobile completo dietro la testa del letto.
      3. Un angolo dove il cliente può cambiarsi. Sedia, tavolino e attaccapanni.
      4. Tappetino.
      5. Stereo. Scegli uno che abbia porta USB per chiavetta. Cosi puoi caricare ore di musica.
      6. Occorrente per lavorare (Carta, slip monouso, prodotti, ecc.)
      Ovviamente questo è il minimo, ma può bastare per partire. Tieni presente, che quando si lavora a casa propria, a meno che non abiti da sola, i clienti potrebbero imbarazzarsi incrociando componenti della famiglia. L’ideale sarebbe se la camera fosse collocata all’entrata. Comunque sia, tieni sempre le porte chiuse delle varie stanze per dissipare un po’ la sensazione di essere in un appartamento. Tieni il bagno sempre pulito giacché, spesso, ti chiederanno di usarlo.
      Se hai la possibilità, leggi gli altri post. Troverai informazioni utili..
      Ti saluto e ti auguro un “in bocca al lupo”!

      • sara

        Grazie Fabio, gentilissimo!!! era a livello pratico appunto che chiedevo consigli. Quelli che mi hai dato sono davvero utili!! Ho letto tutto quello che hai scritto e ora sono pronta..il nodo più grosso sarà trovare i clienti…..un saluto anche a te e grazie ancora.
        Sara

Rispondi