L’inglese e il settore benessere

Tempo di lettura: 6 minuti

L’inglese e il settore benessere, un binomio indivisibile e indispensabile per il lavoro.
Ma quale sono le maggiori strutture che lo richiedono?
E come cavarsela se lo si conosce poco o niente?
Cosa dire ad un colloquio di lavoro?

Ho qualche consiglio per te …

l'inglese e il settore benessere

L’inglese è la lingua più utilizzata nel mondo, non solo per una completezza personale (utile per viaggiare e conoscere nuove realtà culturali), ma anche e soprattutto nel mondo del lavoro (ormai indispensabile in ogni ambito lavorativo).

Dai seguenti punti si evince l’importanza di questa lingua:

  • Circa un quarto della popolazione mondiale parla l’inglese.
  • L’inglese è la lingua maggiormente studiata.
  • L’inglese è la lingua ufficiale del commercio internazionale, della scienza, della tecnologia (e non solo).
  • La maggior parte delle informazioni sul web sono in inglese (circal’80%).

L’inglese permette di:

  • Comprendere i bisogni dei clienti.
  • Introdursi in una cultura diversa.
  • Valutare più offerte di lavoro.
  • Aspirare ad un livello lavorativo più alto (quindi più remunerativo).

L’inglese e il settore benessere.

Oggi, più che mai, anche in questo settore l’inglese ha assunto un importanza tale da essere indispensabile a vari livelli di incombenza:

  • Responsabile.
  • Receptionist.
  • Operatore del benessere (massaggiatore, estetista, parrucchiere, truccatore).

Se per questa ultima figura, l’operatore del benessere, l’inglese può ancora essere opzionale se si lavora in piccoli centri estetici in città, è d’obbligo (o comunque un elemento preferenziale) per le seguenti strutture:

  • Centri estetici e benessere di prestigio in città, soprattutto ad elevata intensità di turismo.
  • Centri benessere all’interno di alberghi.
  • Centri benessere all’interno dei villaggi vacanza.
  • Centri benessere sulle navi.
  • Complessi termali, sempre più frequentati dai turisti.
  • Se lavori da freelancer, non solo con le strutture sopra elencate ma anche con i B&B.
  • Ovviamente, se vuoi uscire fuori dall’Italia.

Se intendi lavorare per le stagioni invernali, quindi Val da Osta, alta Lombardia e Trentino Alto Adige, la prima lingua richiesta è il Tedesco.

l'inglese e il settore benessere

Come possiamo constatare l’inglese e il settore benessere sono strettamente legati, ma come fare se lo parliamo poco o niente? Come proporci ad un colloquio di lavoro quando chiederanno la conoscenza dell’inglese?

In primo luogo c’è da dire che per un responsabile e un receptionist, non ci sono escamotage. Per queste due figure, di importante rilievo, l’inglese deve essere di un ottimo livello, padroneggiato con fluidità, disinvoltura e possedere un ventaglio di vocaboli a 360 gradi.

Mentre noi, operatori del benessere (massaggiatori, estetiste, parrucchieri, truccatori), possiamo, ancora, cavarcela con un inglese definiamolo “maccheronico” e utilizzando un vocabolario relativamente ristretto, in quanto possiamo imparare le frasi chiave legate a tutte le situazioni in cui potremmo trovarci svolgendo il nostro lavoro.

Esperienza personale:

Nel 2006 feci la mia prima esperienza per la stagione estiva al Castellaro Golf Resort, struttura di alto pregio frequentata da molti turisti stranieri. Per tanto mi ritrovai, nonostante abbia studiato l’inglese alle medie, alle superiori e frequentato corsi regionali di Inglese, in imbarazzante difficoltà.

Non mancandomi l’ingegno e la buona volontà, incominciai a scrivere e memorizzare le frasi che potevano servirmi, esempio:

  • Vuole fare un massaggio?
  • Che tipo di massaggio vuole?
  • Parziale o totale?
  • Ecc. ecc. ecc.

Queste frasi si sono ampliate in seguito alla varie situazioni e protocolli in cui mi sono ritrovato in anni di lavoro presso varie strutture. Ad esso ho associato uno studio auto didattico ed oggi, quando collaboro da esterno con strutture dove c’è affluenza di turisti, utilizzando queste frasi chiave, quasi mi stupisco di essere capito e capire.

E allora qual è il consiglio che posso darti?

  1. Di iscriverti a un corso di Inglese o di fare dell’auto didattica.
    Esistono libri con guida audio che ti seguono passo per passo e che hanno un modo rivoluzionario per insegnare le lingue in modo facile e divertente. Se vuoi, puoi fare tranquillamente da solo/a.
    Personalmente, utilizzo le guide di John Peter Sloan:

  2. Utilizzare il traduttore di Google per la pronuncia.
  3. Apri Word, crea delle tabelle a due colonne (una conterrà le frasi in Italiano e l’altra in Inglese) e incomincia a riflettere e scrivere tutte le circostanze in cui potresti trovarti.

Ad esempio:

Se lavori presso un centro devi, da procedura, andare alla reception a prelevare il cliente e quindi:

  • Salutare.
  • Chiedere chi è il Signore o la Signora (esempio) Braun.
  • Presentarti.
  • Chiedere di seguirti.

Arrivati in cabina devi chiedere:

  • La conferma del trattamento.
  • Se ha dei particolari problemi da dichiarare.
  • Se vuole che ti concentri di più su una determinata zona corporea.
  • Mostrargli dove appendere l’accappatoio o l’asciugamano.
  • Mostrargli lo slip di carta.
  • Se stendersi viso in su o in giù.
  • Che lo lasci cambiare per ritornare dopo pochi minuti.

Ritornato in cabina devi chiedere:

  • Se sta comodo.
  • Se sente freddo.
  • Se sente caldo.
  • Se vuole essere coperto.
  • Se vuole essere scoperto.
  • Com’è la pressione (se stai facendo un massaggio).
  • Di girarsi.
  • Finito il massaggio, dirgli se vuole una tisana o un bicchiere d’acqua.
  • Che lo lasci riposare un po’ di minuti.

Queste sono poche frasi ed è implicito che portano con esse la memorizzazione di altri vocaboli e frasi. Esempio:

Se chiedi: “Vuole che mi concentri di più su una particolare zona?”. E’ ovvio che a questo punto devi sapere le varie parti del corpo. Di fatti il cliente potrebbe dirti: “On the Back, please.” (sulla schiena per favore). Basta afferrare “back” per capire che devi concentrarti sulla schiena.

Non scoraggiarti! Se ci pensi non sono poi così tante le situazioni in cui potresti trovarti, infondo i servizi di un centro sono:

  • Massaggi.
  • Trattamenti viso.
  • Trattamenti corpo.
  • Epilazione.
  • Manicure.
  • Pedicure.
  • Trucco.
  • Coiffeur.

Andando ad esclusione, non penso che tu sia un massaggiatore ed anche un parrucchiere, quindi memorizzerai solo le frasi attinenti alla tua professione.

Inoltre, alcune frasi che servono per eseguire un manicure, possono servire per effettuare un pedicure e alcune frasi che servono per effettuare un massaggio, posso servire per effettuare un trattamento corpo. Ad esempio:

  • Stendersi.
  • Girarsi.
  • Indossare uno slip di carta.
  • Fare la doccia.
  • Ecc.

Anche il bagno turco, la sauna, il percorso kneipp, le docce emozionali e la piscina con idromassaggio sono dei servizi, ma di solito queste spiegazioni vengono date da un responsabile che accompagna il cliente al percorso benessere. Il mio parere a riguardo questi servizi è quello, comunque, di imparare sempre qualche parolina chiave che può tornarti utile.

Altre situazioni che devi considerare sono:

  • La vendita: alcune strutture danno il 10% sulla vendita di un prodotto e, in strutture di lusso, una crema può superare anche i 1000 euro, pertanto guadagneresti 100 euro vendendo un prodotto.
  • L’essere richiesto: se lavori da freelancer (quindi più lavori più guadagni), devi imparare delle frasi che ti permettano di riferire al cliente che ci sei in ore e giorni determinati e che può prenotare un massaggio con te alla reception.

Cosa dire quando, ad un colloquio, ci viene chiesta la conoscenza dell’Inglese?

l'inglese e il benessere

Alla classica domanda: “Come te la cavi con l’inglese?” Sii sincero, perché sicuramente ti faranno qualche domanda per metterti alla prova.

Se ti sei preparato e memorizzato tutte le frasi attinenti alle varie situazioni in cui puoi trovarti, allora dirai che hai una conoscenza media per quanto riguarda l’inglese in generale, ma buona per quanto riguardano le frasi che servono a svolgere il tuo lavoro.

Come abbiamo detto all’inizio dell’articolo:

  • Prelevare il cliente alla reception.
  • Portarlo in cabina.
  • E tutte le frasi di circostanza.

Se intendi lavorare per le stagioni invernali, quindi Val da Osta, alta Lombardia e Trentino Alto Adige, la prima lingua richiesta è il Tedesco. 

Volendo, puoi acquistare a soli € 18,00 l’Ebook
“L’Inglese per il lavoro di Massaggiatore ed Estetista”.

L'inglese per il lavoro di massaggiatore ed estetista

Come hai intuito dal Post, il settore benessere è sempre più internazionale e, per ovvie ragioni, richiede personale qualificato non solo a livello teorico e pratico, ma anche linguistico.

L’ebook “L’Inglese per il lavoro di Massaggiatore ed Estetista” fornisce tutte quelle parole e frasi legate alle varie e specifiche situazioni in cui potresti trovarti.

Clicca qui per maggiori dettagli e per scaricare solo alcune pagine per capire di cosa si tratta.

 

Un saluto e a presto!

Condividi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.