Massaggiare i muscoli sub-occipitali in sicurezza

Tempo di lettura: 3 minuti

Massaggiare i muscoli sub-occipitali è di ordinaria prassi oltre ad essere, spesso, una richiesta del cliente. Ma è opportuno agire con cautela per non creare complicazioni.
Per chiarimenti leggi il post . . .

massaggiare i muscoli sub-occipitali

Più muscoli della regione cervicale, possono avere un ruolo fondamentale nel dolore cronico al collo o al mal di testa.

I sopra citati muscoli sono  sottoposti a continui sforzi posturali da attività quotidiane come ad esempio, piegare la testa in avanti quando si lavoro al PC.

Tali muscoli possono essere anche traumatizzati da infortuni come il colpo di frusta.

Muscoli sub-occipitali: cenni di anatomia

I muscoli sub-occipitali (o sottoccipitali) sono formati da 4 muscoli simmetrici situati in profondità nella regione superiore del rachide cervicale, a stretto contatto col piano scheletrico e uniscono le prime due vertebre cervicali all’osso occipitale.
Essi sono:

  1. Muscolo piccolo retto posteriore della testa.
  2. Muscolo grande retto posteriore della testa.
  3. Muscolo obliquo superiore della testa.
  4. Muscolo obliquo inferiore della testa.

massaggiare i muscoli sub-occipitali

Il punto di innesco e l’ipertonia dei muscoli sub-occipitali sono collegati a diversi disturbi del collo e della testa.

Sussiste anche una connessione tra i muscoli sub-occipitali e la dura madre (la parte più esterna e spessa delle tre meningi, le membrane che avvolgono l’encefalo e il midollo spinale) ed una tensione dei primi potrebbe creare una forte trazione sulla seconda.

 

Massaggiare i muscoli sub-occipitali: lavorare in sicurezza

La maggioranza delle tecniche, per massaggiare i muscoli sub-occipitali, sono basate sulla compressione statica tramite la digito-pressione.

Solitamente applichiamo, con le dita di entrambe le mani, una pressione alla base dell’occipite proprio dove i muscoli attraversano l’articolazione atlanto-occipitale (figura sotto).

massaggiare i muscoli sub-occipitali

Questa manovra è efficace per alleviare la tensione in quest’aria, tuttavia c’è da considerare che nella regione dei muscoli sub-occipitali troviamo anche le arterie vertebrali che, attraversando entrambi lati della colonna, si uniscono formando l’arteria basilare che entra nel cranio (foto sotto).

massaggiare i muscoli sub-occipitali

Una pressione, in questa zona sub-occipitale, potrebbe causare una riduzione del flusso sanguigno alle arterie vertebrali e di conseguenza al cervello. Tale condizione è denominata “insufficienza vertebro-basilare”.

Dal momento che l’anatomia di ogni individuo è diversa, possiamo evitare complicazioni semplicemente effettuando una pressione dei muscoli sub-occipitali da un lato alla volta (figura sotto).

massaggiare i muscoli sub-occipitali

Se lavoriamo prima un lato e poi l’altro dei muscoli sub-occipitali, siamo sicuri che se si dovesse verificare una riduzione ad una delle due arterie, nell’altra il sangue fluisce liberamente.

E bene evidenziare che non è cosi facile causare una tale problematica nel massaggiare contemporaneamente i muscoli sub-occipitali, ma bisogna anche essere consapevoli che ciò potrebbe avvenire.

Lavorare prima un lato e poi l’altro con diverse tecniche è un ottima alternativa.

massaggiare i muscoli sub occipitali

Rimani aggiornato sui nuovi post seguendo Massaggi e Consigli su Facebook e/o Instagram.

Condividi

10 replies on “Massaggiare i muscoli sub-occipitali in sicurezza

  • Daniela

    Penso che questo blog sia il più interessante che mi sia capitato da molto tempo. Mi complimento per i contenuti trattati, la serietà e la qualità degli argomenti , complimenti continuate così perché serve sempre a noi del settore rinfrescare la memoria di tanto in tanto

  • Elena

    Salve ho alcune curiosità La prima riguarda la percussione, quella che serve per fare una specie di ginnastica passiva al fine di tonificare la muscolatura e che può essere eseguita con la mano a coppa o con il bordo ulnare o pizzicata o a shok vascolare. Molti dicono che è troppo violenta perché microtraumatica, io invece ritengo sia ottima. Cosa ne pensi? L’hai mai eseguita?

    Oltre alle mani si possono usare strumenti come le coppette che derivano dalla tradizione cinese anche se sono usate in modo differente e meno aggressivo. Secondo me sono troppo traumatiche per la cute e stimolano troppo il microcircolo provocando iperemia cosa che per me è meglio se fatta a mani nude che non possono aspirare l’aria

    Il bastone é veramente valido? Io ne dubito perché troppo liscio, impedisce la presa e movimenti aggrappanti. Impedisce di scrollare i tessuti di sostegno

    Esiste anche una tecnica bizzarra che consiste nel massaggiare con scalpello e martello di legno. Viene usata soprattutto alle Hawaii e nei posti limitrofi. L’operatore da dei colpetti al martello in varie parti del corpo intero non è pericoloso per le vertebre?

    Grazie x l’attenzione cordialmente

    • Fabio

      Ciao Elena,
      In base al tipo di massaggio utilizzo le percussioni su:
      • Schiena.
      • Glutei.
      • Cosce.
      • Polpacci.

      Non credo sia una manovra violenta, certo non è che malmeno il cliente.
      Esse sono comunque controindicate in caso di:
      • Vene varicose.
      • Fragilità capillare.
      • Infiammazioni.
      • Infezioni cutanee.

      Non ho mai utilizzato le coppette, ma alcune colleghe ne sono soddisfatte, altre meno.

      Per il bastone, ve ne sono molti che hanno delle terminazioni finali che:
      • Migliorano la circolazione sanguigna.
      • Rafforzano i muscoli.
      • Riducono il dolore.

      Il massaggio con martello e scalpello si chiama Tok Sen, solitamente è utilizzato sui meridiani. E’ basato su leggere, ma decise battiture che creano onde che si diffondono nei muscoli generando un beneficio. Non so se questa manovra è applicata anche sui processi spinosi.

      Un abbraccio e buona giornata.

          • Elena

            Ti chiedo un ultimo parere, un commento, sperando di non infastidire con le mie domande. Anni fa sono andata in un grande e lussuoso centro per un massaggio. Alla ragazza dell’accettazione ho anticipato che avrei avuto il ciclo ma che tanto dovevo fare solo schiena e gambe e cmq avrei certo tenuto le mie mutande. Ella mi ha risposto ‘allora non presentarti perché ricevere un massaggio con le tue cose è peggio x te ma soprattutto per la massaggiatrice’. Io non voglio fare schifo a nessuno, sono molto pudorosa, ma se io fossi estetista non risponderei così e ritengo che se si pensa così la professione diviene più difficile. Come vi comportate in questo caso?

          • Fabio

            Credo e spero che la risposta della receptionista sia stato un caso isolato. Il ciclo mestruale non è una controindicazione al massaggio, anzi può darti numerosi benefici.
            Considerando che dovevi fare solo schiena non capisco neanche xché ti hanno chiesto del ciclo…

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.