Massaggio e ossitocina

Tempo di lettura: 8 minuti

Il massaggio stimola l’ossitocina che favorisce una vasta gamma di funzioni biologiche e psicoattive. Leggi e condivi l’articolo con i tuoi clienti per dimostrare scientificamente i benefici che gli doni.

Massaggio e ossitocina

L’ossitocina è un ormone di natura proteica (un peptide di nove aminoacidi) ed è prodotto dall’ipotalamo e secreto dalla neuroipofisi, una struttura anatomica della grandezza di un fagiolo, posta alla base dell’encefalo. Racchiusa e protetta da una nicchia ossea, l’ipofisi è costituita da due ghiandole contigue che danno origine ad una porzione anteriore e ad una porzione posteriore (neuroipofisi).

È noto che l’ossitocina è implicato nella gravidanza, soprattutto durante il parto, quando stimola le contrazioni della muscolatura liscia dell’utero in travaglio, e l’allattamento.

Più in generale, l’attività dell’ossitocina è implicata in moltissimi ambiti del processo riproduttivo: dall’eccitazione sessuale al raggiungimento dell’orgasmo, dall’ovulazione fino al concepimento.

L’ossitocina regola, inoltre, l’aspetto affettivo delle relazioni tra partners e dell’accudimento dei figli: non a caso, è nota anche come “ormone dell’amore”.

L’ossitocina può essere prodotta semplicemente immaginando la persona che si ama, ricordando un’esperienza sociale positiva, abbracciando un amico, accarezzando un gatto, attraverso l’orgasmo durante il rapporto sessuale, trovandosi in ambienti naturali, giocando, ridendo, respirando profondamente, ascoltando musica rilassante, mangiando un buon pasto, o donando ad altri (tempo, denaro, volontariato).

Il massaggio è un altro potente generatore di ossitocina e la ricerca lo dimostra. Diamogli un’occhiata!!

Prima ricerca: il massaggio per stimolare l’ossitocina e di conseguenza il latte materno.

Non avere abbastanza latte materno è la ragione più comune per cui le madri smettono di allattare ed è per questo motivo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda il “massaggio ossitocinico”.

Ed è proprio sul massaggio ossitocinico che è stata svolta una ricerca per dimostrare la validità in merito a “massaggio e ossitocina”.

Lo studio è stato condotto in quattro centri sanitari comunitari con ricovero e in un ospedale generale a Surakarta, Indonesia.

60 madri, dopo il parto, sono state suddivise, in modo casuale, in due gruppi:

  • il primo gruppo è stato sottoposto al massaggio ossitocinico per due volte al giorno per 3 giorni oltre ai controlli di routine;
  • il secondo gruppo è stato sottoposto solo ai controlli di routine.

I risultai hanno dimostrato che:

  • il primo gruppo, che ha ricevuto il massaggio, aveva una produzione di latte pari a 9,6233 ml;
  • il secondo gruppo, che non ha ricevuto il massaggio, aveva una produzione di latte pari a 4,4720 ml.

La ricerca ha concluso che il “massaggio ossitocinico” è efficace per aumentare la produzione di latte materno nelle madri dopo il parto.

Puoi leggere la ricerca cliccando qui.

Il video sottostante mostra il massaggio ossitocinico.

Qui trovi un’altra ricerca in merito a massaggio e ossitocina per quanto riguarda l’aumento della produzione del latte nelle mamme post parto.

Seconda ricerca: il massaggio per stimolare l’ossitocina e la sua efficacia nell’involuzione uterina dopo il parto

massaggio e ossitocina

Dopo il parto, l’utero normalmente subisce un’involuzione, ovvero il processo di restringimento e ritorno alla dimensione e alla forma pre-gravidanza. Il processo di involuzione comporta contrazioni uterine, diminuzione del flusso sanguigno e espulsione di tessuti non necessari.

Tuttavia, in caso di mancata involuzione uterina, l’utero non può ritornare alle sue dimensioni e forma normali in modo tempestivo e provoca sanguinamento.

Questa ricerca mirava a determinare la produzione di ossitocina, in seguito al massaggio, e il suo effetto sull’involuzione uterina.

30 donne, che presentavano difficoltà dell’involuzione uterina, sono state divise, in modo casuale, in due gruppi:

  • Il primo gruppo è stato sottoposto ad un massaggio (l’articolo non specifica tempo e sedute del massaggio) oltre ai controlli di routine;
  • il secondo gruppo è stato sottoposto solo ai controlli di routine.

I risultai hanno dimostrato che:

  • il primo gruppo, che ha ricevuto il massaggio, ha presentato un processo di involuzione uterina del valore di 0,05
  • il secondo gruppo, che non ha ricevuto il massaggio, ha presentato un processo di involuzione uterina del valore di 0,003, molto più basso rispetto al primo gruppo.

I ricercatori in merito a “massaggio e ossitocina” hanno concluso che esiste un’influenza tra il massaggio e il processo di involuzione uterina.

Puoi leggere la ricerca cliccando qui.

Terza ricerca: il massaggio per stimolare l’ossitocina che riduce l’ormone adrenocorticotropina, l’ossido nitrico e beta-endorfina.

Questo studio, “massaggio e ossitocina”, ha esaminato l’effetto del massaggio sull’ossitocina e misurato il suo effetto su fattori fisiologici quali:

  1. L’ormone adrenocorticotropina (ACTH).
  2. L’ossido nitrico.
  3. La beta-endorfina.

1) L’ormone adrenocorticotropo (ACTH) è un ormone prodotto dall’ipofisi, la più importante ghiandola endocrina dell’organismo umano e che si trova alla base del cranio.

L’ACTH è considerato un ormone tropico, ovvero in grado di influenzare indirettamente le cellule bersaglio stimolando prima altre ghiandole endocrine; nel caso in questione quello che si osserva è un cosiddetto asse ormonale così composto:

  • L’ipotalamo, un’importante struttura del cervello, produce l’ormone di rilascio della corticotropina (CRH), che serve a stimolare l’ipofisi anteriore a rilasciare adrenocorticotropo.
  • L’adrenocorticotropo agisce quindi sul suo organo bersaglio, la corteccia surrenale (o ghiandole surrenali).
  • Le ghiandole surrenali così stimolate rilasciano glucocorticoidi come il cortisolo e androgeni.

Il cortisolo riduce la produzione di corticotropina e adrenocorticotropo, chiudendo così la modulazione dell’asse.

Tipicamente l’aumento di attività di quest’asse ormonale, che passando attraverso l’adrenocorticotropo arriva ad aumentare la produzione di cortisolo, si verifica in risposta allo stress, tanto che il cortisolo stesso è anche indicato come “ormone dello stress”.

Il cortisolo conta numerosi effetti su diversi sistemi, tra cui:

  • Riduzione dell’attività del sistema immunitario.
  • Aumento della glicemia (quantità di zucchero nel sangue).
  • Aumento dei valori di pressione del sangue e della frequenza cardiaca.
  • Cambiamenti metabolici volti a fornire energia all’organismo.

2) L’ossido nitrico controlla la circolazione del sangue e diverse altre funzioni a livello del cervello, dei polmoni, del fegato, dei reni, dello stomaco, dei muscoli e di altre strutture. La sua azione prevede anche la regolazione del rilascio di ormoni e neurotrasmettitori, come l’adrenalina.

3) La beta-endorfina è un endogeno oppioide neuropeptide e ormone peptidico che viene prodotto in alcuni neuroni all’interno del sistema nervoso centrale e sistema nervoso periferico. La sua funzione è associata alla fame, all’emozione, al dolore. In senso più ampio, la beta-endorfina viene utilizzata principalmente dall’organismo per ridurre lo stress e mantenere l’omeostasi.

Alla ricerca, svolta presso l’Università della California, hanno partecipato:

  • 65 persone che hanno ricevuto un massaggio di 15 minuti di massaggio a pressione moderata della parte superiore della schiena. Ai partecipanti è stato prelevato il sangue pima e dopo il massaggio.
  • 30 persone a cui è stato chiesto di riposare per 15 minuti. Anche ad essi è stato prelevato il sangue pima e dopo il riposo.

La ricerca ha utilizzato quattro strumenti di indagine per esaminare la relazione tra i fattori di personalità e le misure fisiologiche di interesse associate al massaggio ed è emerso che al primo gruppo (quello che ha ricevuto il massaggio) a differenza del secondo gruppo (che ha solo riposato), vi è stato un aumento di ossitocina e di conseguenza una riduzione di:

  • Dell’ormone adrenocorticotropina (ACTH).
  • Dell’ossido nitrico.
  • Della beta-endorfina.

I ricercatori concludono che questi risultati possono aiutare a spiegare i meccanismi attraverso i quali le connessioni sociali (il tatto) riducono la percentuale di una malattia e la mortalità.

Puoi leggere la ricerca cliccando qui.

Quarta ricerca: il massaggio aumenta l’ossitocina in persone affette dall’autismo

massaggio e ossitocina

Uno studio pubblicato su Pnas mostra che una singola dose dell’ormone ossitocina, somministrata sotto forma di spray nasale, è in grado di aumentare l’attività cerebrale nei bambini autistici durante l’elaborazione di informazioni sociali.

Un’altra ricerca, sempre in merito “massaggio e ossitocina”, ha dimostrato che il massaggio ha aumentato l’ossitocina in ragazzi con disturbo dello spettro autistico.

In particolare è stato insegnato alle madri di 7 bambini con disturbo dello spettro autistico, a fornire un massaggio ai loro figli nello stile di massaggio dell’Associazione Internazionale Liddle Kidz.

Le madri hanno praticato il massaggio ai loro bambini per 20 minuti ogni giorno per un periodo di 3 mesi, seguiti da nessun massaggio per 4 mesi.

Per valutare gli effetti biologici di tale terapia tattile, la saliva è stata raccolta prima e 20 minuti dopo una singola sessione di massaggio ed ogni 3 settimane durante il periodo di non massaggio.

I livelli di ossitocina salivare sono stati misurati utilizzando un kit di dosaggio immunoenzimatico ed hanno dimostrato che il valore dell’ossitocina salivare era più alto quando hanno ricevuto il massaggio rispetto al periodo in cui non è stato effettuato.

Come si supponeva, il livello di ossitocina salivare è aumentato anche nelle mamme che hanno praticato il massaggio ed a cui è stata prelevata la saliva nella stessa modalità dei loro figli.

Difatti, la ricerca dimostra che eseguire un massaggio diminuisce i livelli di ansia nei massaggiatori.

I risultati, concludo gli scienziati, mostra che la terapia tattile aumenti l’ossitocina salivare nei bambini con disturbo dello spettro autistico.

Puoi leggere la ricerca cliccando qui.

Un’altra ricerca afferma che il massaggio ai piedi e mani può essere un metodo importante per aumentare le concentrazioni di ossitocina endogena e di potenziare il beneficio terapeutico nei disturbi con disfunzioni sociali come l’autismo, dove i livelli basali di ossitocina sono tipicamente ridotti.

Puoi leggere la ricerca cliccando qui.

Quinta ricerca: il massaggio aumenta l’ossitocina e abbassa i livelli di depressione degli anziani

massaggio e ossitocina

Con l’avanzare dell’età, i movimenti degli anziani diventano sempre più limitati a causa di malattie o della diminuzione delle capacità del corpo. A causa del cambiamento degli aspetti fisici, biologici, psicologici e sociali, gli anziani possono sperimentare la depressione.

Lo scopo di questa ricerca era di analizzare l’effetto del massaggio sui livelli di ossitocina e, di conseguenza, su quelli della depressione degli anziani.

Per lo studio è stato utilizzato il questionario Geriatric Depression Scale su 43 anziani ed 11 sono risultati idonei all’esperimento.

Il valore medio del pre-test e del post-test, degli anziani che hanno ricevuto il massaggio, è diminuito da 9,00 a 4,00.

In relazione a “massaggio e ossitocina”, i ricercatori affermano che il massaggio abbassa i livelli di depressione negli anziani.

Puoi leggere la ricerca cliccando qui.

Ricerche dei benefici sull’aumento dell’ossitocina in generale

massaggio e ossitocina

Pratiche ed eventi di stile di vita che promuovono il rilascio di ossitocina

massaggio e ossitocina

È stato riscontrato che le seguenti pratiche ed eventi di stile di vita promuovono il rilascio di ossitocina:

  • Musica rilassante.
  • Incontri sociali positivi.
  • Mangiare.
  • Docce calde / Temperature calde.
  • Yoga.
  • Massaggio.
  • Esercizio fisico.
  • Alcune forme di meditazione.
  • Accarezzare cani, gatti e altri animali.
  • Infermieristica.
  • Agopuntura.
  • Esposizione al freddo.
  • Ipnosi.
  • Comportamento caritatevole.
  • Storytelling.
  • Arti marziali.
  • Pettegolezzo.
  • Empatia verso gli estranei.

Nel 1995 Robert Noah Calvert, fondatore di Massage Magazine, scrisse un romanzo intitolato “La cospirazione delle cento scimmie”.

In esso, descriveva come un gruppo organizzato di massaggiatori cospira per influenzare un’iniziativa di pace globale attraverso il loro lavoro su leader mondiali, politici e altre persone influenti.

Se il massaggio è un modo efficace per aumentare i livelli di ossitocina, e l’ossitocina è responsabile di rendere le persone più inclini a essere meno aggressive, più fiduciose ed empatiche, allora il signor Calvert potrebbe aver ragione!

Buone feste a tutti e a presto. . .

Rimani aggiornato sui nuovi post seguendo Massaggi e Consigli su Facebook e/o Instagram.

Condividi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.