Massaggio e stretching assistito

Tempo di lettura: 4 minuti

Per un maggior valore ed un’entrata extra, inserisci lo stretching assistito nella tua pratica di massaggio. Nel post, manuale da scaricare di manovre di stretching su lettino da massaggio.

massaggio e stretching

Un numero crescente di persone stanno imparando e cercando i benefici dello stretching assistito.

In America sono numerosi gli studi di “massaggio e stretching assistito”, ma anche in Italia vi è un aumento di tali studi oltre ad allenatori, corsi, libri, CD ed altro.

In funzione di massaggiatore, con conoscenza dell’anatomia e abilità pratiche, sei nella giusta posizione per introdurre sessioni di stretching nella tua pratica di massaggio o proporlo come servizio autonomo.

Cos’è e quali sono i benefici dello stretching assistito

Lo stretching assistito, in breve, sono manipolazioni che una persona attua per aiutare un’altra persona ad aumentare la sua flessibilità muscolare e a preservare la mobilità articolare.

Lo stretching assistito è una tecnica delicata che può essere utilizzata non solo su una clientela generalizzata, ma anche su:

  • Bambini.
  • Adulti.
  • Anziani.
  • Portatori di handicap fisici.
  • Terapie riabilitative.
  • Per prevenire infortuni.

I primari benefici dello stretching sono:

  • Maggiore libertà di movimento e flessibilità.  Libertà di movimento e flessibilità camminano insieme. Avere una maggiore libertà di movimento fornisce alle articolazioni e ai muscoli una maggiore flessibilità e movimento. Diverse ricerche hanno dimostrato che lo stretching statico aumenta la gamma di movimento e la lunghezza dei muscoli collegati all’articolazione specifica. Lo stretching diminuisce le rigidità articolari facilitando attività comuni come camminare o partecipare ad attività fisiche.
  • Ottimizzazione della circolazione. Lo stretching, facendo parte di una routine, aumenta il flusso sanguigno ai tessuti e riduce la pressione sanguigna. L’aumento della circolazione sanguigna porta ai muscoli ossigeno (quindi tonificazione) e sostanze nutritive, inoltre svolge un ruolo efficace nel ridurre il dolore muscolare post-allenamento.
  • Migliore postura. L’allungamento dei muscoli, unito ad un programma di esercizi, promuove il corretto allineamento del corpo e supporta una buona postura.
  • Sollievo da stress. Il corpo reagisce ai fattori di stress contraendosi e più a lungo le tensioni restano nel corpo, più i tessuti muscolari diventano tesi. Lo stretching allevia la tensione aprendo lentamente i muscoli a livello cellulare. Lo stretching stimola il sistema nervoso parasimpatico a rilasciare endorfine che calmano e chiarificano la mente del cliente.
  • Sollievo dal dolore. Lo stretching è stato utilizzato per atleti e centri di riabilitazione per alleviare il dolore causato da diversi infortuni. Lo stretching riduce il dolore e migliora la funzione delle articolazioni e dei muscoli associati.

Come inserire lo stretching in una sessione di massaggio

massaggio e stretching

A meno ché non si abbia frequentato un corso specifico di stretching, attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • Fare pratica su di amici/parenti prima di proporlo ai clienti.
  • Se non abilitati, non proporre lo stretching come curativo per patologie, infortuni o qualsiasi altra patologia.
  • Evitare lo stretching se sussiste un’ernia del disco post-traumatica, sostituzioni articolari, chirurgia recente.

In relazione a “massaggio e stretching assistito” è possibile:

  • Effettuare una sessione di stretching singola (indipendentemente dal massaggio).
  • Unirlo ad un massaggio dividendo, in base alle esigenze, i tempi per l’uno e per l’altro. Esempio, 30 min. di stretching e 30 min. di massaggio o 20 min. di stretching e 40 min. di massaggio.
  • Utilizzare lo stretching al massaggio solo dove richiesto o dove pensi vi sia l’esigenza. Esempio, solo alle gambe.

Al di là della scelta, effettuare prima lo stretching e poi il massaggio. Lo stretching prima del massaggio sarà immensamente utile per sfruttare la moltitudine dei benefici che il massaggio fornirà.

Quando si effettua lo stretching:

  • Se si effettua solo lo stretching, consigliare al cliente un abbigliamento comodo (pantaloni tuta o leggins e maglia). Se effettui solo stretching a domicilio, puoi utilizzare anche il tappetino.
  • Mantenere un allungamento costante, senza molleggi, da 10 a 30 secondi.
  • Effettuare lo stretching 2 o 3 volte, fino ad ottenere una lunghezza muscolare maggiore.
  • Non superare la soglia del dolore.
  • Far espirare il cliente sul tiraggio e inalare sul rilascio.
  • Praticare lo stretching in un ambiente silenzioso e ben riscaldato.

Massaggio e stretching assistito: manuale da scaricare di manovre di stretching su lettino da massaggio

Le tecniche di stretching che scaricherai, sono state ideate dal Dott. Camden Clay, chiropratico, kinesiologo (specialista in test muscolari), istruttore di stretching assistito Thailandese.

A partire dal 2018, Camden Clay, ha insegnato stretching assistito principalmente ai professionisti del massaggio.

massaggio e stretching

Buona pratica, buone vacanze e a presto . . .

Rimani aggiornato sui nuovi post seguendo Massaggi e Consigli su Facebook e/o Instagram.

Condividi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.