Meccanismi cellulari del massaggio

Tempo di lettura: 7 minuti

Questo affascinante articolo scientifico esamina i meccanismi cellulari del massaggio e di come guarisce il corpo. Informati e condividi il post con i tuoi clienti per consolidare il valore del tuo lavoro di massaggiatore.

meccanismi cellulari del massaggio

 

Un team di diversi scienziati del Colorado State University e dell’Università del Kentucky, tramite una sperimentazione, ha osservato come la pressione meccanica, erogata simulando manovre di massaggio, modifica diversi aspetti biologici, dalla funzione dei tessuti fino al metabolismo cellulare e persino dell’espressione genica.

La ricerca ha diviso dei topolini, in maniera casuale, in 4 gruppi:

  • Il gruppo A era costituito da topolini con arti normali.
  • Il gruppo B era costituito da topolini con l’arto posteriore destro sospeso per 14 giorni per innescare l’atrofia muscolare.
  • Il gruppo C era costituito da topolini con l’arto posteriore destro sospeso per 14 giorni per innescare l’atrofia muscolare, dopo di che gli è stato concesso di riutilizzare l’arto in uno spazio più grande (per ripristinare il pieno carico dell’arto).
  • Il gruppo D era costituito da topolini con l’arto posteriore destro sospeso per 14 giorni per innescare l’atrofia muscolare, dopo di che gli è stato concesso di riutilizzare l’arto in uno spazio più grande (per ripristinare il pieno carico dell’arto) ed hanno ricevuto, a giorni alterni per 30 minuti, simulazioni di massaggio. I colpi di massaggio sono stati erogati sui topolini anestetizzati per escludere completamente la risposta motoria del cervello ai muscoli massaggiati.

Per avere una certa coerenza dei dati ottenuti, è stato progettato uno speciale meccanismo cilindrico per emulare, il più vicino possibile, i colpi di massaggio, dando agli scienziati la possibilità di usare esattamente la stessa forza durante l’applicazione su tutti i topolini.

Gli scienziati hanno esaminato:

  • le dimensioni della sezione trasversale del muscolo;
  • l’attività delle proteine, che hanno contribuito alla crescita muscolare;
  • l’impatto delle manovre di massaggio sulla sintesi del DNA.

I risultati ottenuti dagli scienziati sono sorprendenti per l’intera professione di massaggiatori e pongono solide basi scientifiche per la pratica degli aspetti terapeutici derivanti dal massaggio.

Meccanismi cellulari del massaggio: risultati della ricerca sull’effetto metabolico

Utilizzando l’immunocolorazione (procedura utilizzata per identificare precocemente eventuali cambiamenti della morfologia e dello sviluppo cellulare) della sezione trasversale del muscolo gastrocnemio per ciascun gruppo di topolini, gli autori hanno rilevato i seguenti cambiamenti nel gastrocnemio degli animali:

  • I topolini del gruppo B hanno perso, in media, il 38% di fibre muscolari (a causa dell’atrofia muscolare dopo la sospensione degli arti posteriori) rispetto ai topolini del gruppo A (normali).
  • I topolini del gruppo C non hanno mostrato, dopo la sospensione dell’arto, nessuna ricrescita significativa delle fibre muscolari.
  • I topolini del gruppo D, sottoposti a manovre meccaniche di massaggio, hanno riportato un aumento significativo delle fibre muscolari nell’aria trasversale del gastrocnemio.

La figura sotto illustra la sezione trasversale immunocolorata (in verde) del muscolo gastrocnemio di ciascun gruppo di topolini.

Le due linee rosse (figura sopra) indicano la dimensione della sezione trasversale di una miofibrilla in ciascun gruppo di topolini.

La miofibrilla, in istologia, è ciascuna delle sottili fibrille contrattili disposte longitudinalmente nel citoplasma delle cellule muscolari lisce e striate, delle quali costituiscono le unità strutturali di base; sono a loro volta costituite da filamenti proteici (miofilamenti).

L’immagine del gruppo A mostra la sezione trasversale delle miofibrille dei topolini normali.

L’immagine del gruppo B mostra la sezione trasversale delle miofibrille dei topolini con l’arto posteriore destro sospeso per 14 giorni. Si noti la diminuzione della sezione trasversale della miofibrilla a causa dell’atrofia muscolare.

L’immagine del gruppo C mostra la sezione trasversale delle miofibrille dei topolini con l’arto posteriore destro sospeso per 14 giorni per innescare l’atrofia muscolare, dopo di che gli è stato concesso di riutilizzare l’arto per 7 giorni. Si noti che la sezione trasversale della miofibrilla in questo gruppo non è cambiata in modo significativo rispetto ai topolini del gruppo B con atrofia muscolare indotta sperimentalmente.

L’immagine del gruppo D mostra la sezione trasversale delle miofibrille dei topolini che dopo la sospensione dell’arto destro, hanno ricevuto manovre di massaggio. Si noti un aumento significativo della sezione trasversale delle miofibrille rispetto agli animali del gruppo B.

Esito:

la compressione ciclica meccanica dei muscoli scheletrici, sotto forma di manovre di massaggio, ha innescato una nuova produzione di tessuto muscolare, nei muscoli atrofici, ad una velocità maggiore rispetto al normale ripristino dell’arto.

Meccanismi cellulari del massaggio: risultati della ricerca sui recettori dell’integrina

meccanismi cellulari del massaggio

La membrana esterna di ogni cellula del nostro corpo ha speciali recettori chiamati integrine. Quando viene applicato un qualsiasi tipo di stimolo meccanico alla membrana cellulare, questi recettori rilevano la sua deformazione e diventano il fattore scatenante dell’attivazione di vari meccanismi cellulari associati in particolare alla sintesi.

La figura sotto mostra, in 3D, i recettori dell’integrina incorporati nella membrana cellulare.

Nella membrana delle miofibrille la famiglia più abbondante di recettori per le integrine è chiamata Itg7a. Gli scienziati hanno rilevato un aumento significativo (figura sotto) della concentrazione di integrine Itg7a nel muscolo gastrocnemio dei topolini che hanno ricevuto il massaggio.

Si noti, nella figura sopra, che il numero di recettori dell’integrina del gruppo D (topolini che hanno ricevuto manovre di massaggio) è anche leggermente superiore rispetto al gruppo A (topolini normali).

Esito:

l’aumento della concentrazione di Itg7a nel gruppo di topolini che hanno ricevuto manovre di massaggio è un indicatore diretto dell’attivazione della sintesi intracellulare che si registra come un aumento della sezione trasversale delle miofibrille nel gruppo D osservato nella prima figura (immunucolorata). Ciò indica che le manovre di massaggio sono state la causa diretta del rimodellamento nel tessuto muscolare.

Meccanismi cellulari del massaggio: risultati sulla sintesi del DNA

meccanismi cellulari del massaggio

Il DNA di ogni cellula è il componente più basilare e più importante poiché controlla ogni aspetto del ciclo di vita di una cellula, comprese le sue funzioni.

Uno scienziato vorrebbe esaminare se un nuovo farmaco o procedura di trattamento stimola le funzioni del DNA. Per ottenere dati indiretti, ma rapidi e affidabili, lo scienziato conterà quante cellule cosiddette satelliti sono state registrate prima dell’introduzione del trattamento e se il loro numero è aumentato dopo o durante il trattamento.

Le cellule satellite includono:

  • Macrofagi: le principali truppe del nostro sistema immunitario. Sono responsabili della lotta alle infezioni, della rimozione dei detriti e alla riparazione e al rimodellamento delle cellule muscolari danneggiate o infiammate.
  • Cellule endoteliali: queste cellule formano e allineano il lume di tutto il nostro sistema circolatorio dall’aorta alle arterie più piccole.
  • Fibroblasti : sintetizzano costantemente la matrice extracellulare e il collagene per le strutture del tessuto connettivo, pur essendo una delle principali forze di riparazione responsabili del deposito di collagene nel sito della lesione e della formazione del tessuto cicatriziale.

Queste cellule appariranno e si concentreranno nell’area esaminata solo se necessario e se il loro numero aumenta significa che il loro DNA deve essere attivato dalla terapia che uno scienziato vorrebbe esaminare.

Questo è esattamente ciò che hanno fatto gli autori di questo studio poiché hanno esaminato la sintesi del DNA nei muscoli degli animali di ciascun gruppo utilizzando un numero di cellule satellite e il loro impegno attivo come indicatore dell’attività del DNA.

I test speciali hanno rivelato un fatto molto sorprendente. Nel gruppo D (topolini che hanno ricevuto manovre di massaggio) il numero di queste cellule era maggiore anche rispetto al gruppo A (topolini normali).

La figura sotto mostra i risultati della sintesi del DNA in ciascun gruppo.

Esito:

le manovre di massaggio stimolano la sintesi del DNA, nei tessuti massaggiati, che viene registrata come comparsa di nuove cellule responsabili della difesa dei tessuti, del rimodellamento e del miglioramento della circolazione.

Meccanismi cellulari del massaggio: risultati della ricerca sui muscoli controlaterali e non massaggiati dei topolini

meccanismi cellulari del massaggio

Gli scienziati hanno affermato che i dati sotto riportati, sono stati “forse il risultato più sorprendente di questo studio”.

Gli autori hanno deciso di esaminare se ci fossero cambiamenti nei muscoli sull’estremità controlaterale non massaggiata.

Per farlo hanno condotto esattamente lo stesso test sul gastrocnemio sinistro che non è stato massaggiato del gruppo D.

La sorpresa è stata che le miofibrille sul lato sinistro, non massaggiato, erano più grandi dell’arto destro che era stato massaggiato (figura sotto).

Nonostante la sezione trasversale delle miofibrille sul lato non massaggiato fosse maggiore, gli scienziati non hanno registrato alcun aumento della sintesi del DNA e aumento del numero di cellule satellite registrate sul lato massaggiato. Significa che l’aumento delle dimensioni delle miofibrille sul lato senza massaggio è stato puramente mediato dal sistema nervoso.

Esito:

gli scienziati dello studio identificano con l’effetto crossover la crescita della sezione trasversale dei muscoli sul lato non massaggiato.

Nell’ambito scientifico, il concetto di crossover o punto di crossover indica un evento metabolico riguardante l’impiego dei substrati energetici utilizzati durante l’attività fisica aerobica, in particolare il rapporto tra lipidi e carboidrati.

Importanza di questo studio per i massaggiatori

I risultati della ricerca “meccanismi cellulari del massaggio” sono importanti per diversi motivi:

  1. Questo studio ha utilizzato tecniche scientifiche e statistiche molto sofisticate e moderne per analizzare i dati ottenuti e, gli autori, per la prima volta hanno collegato direttamente l’applicazione di manovre di massaggio a profondi cambiamenti a livello cellulare mentre i topolini erano completamente sedati, cioè senza alcuna partecipazione cerebrale.
  2. Lo studio ha confermato che le manovre di massaggio, applicate in un regime di compressione ciclica, sono in grado di alterare e attivare l’elemento più importante e basilare della vita: il DNA delle nostre cellule.
  3. Questi dati danno ai massaggiatori una comprensione più profonda dell’impatto che suscitano quando la pressione, come prezioso strumento terapeutico, viene applicata nel regime corretto.

Un’altra interessante ricerca che ti consiglio di leggere è “ricerche sul potere del tocco“.

Un saluto a tutti voi . . .

Rimani aggiornato sui nuovi post seguendo Massaggi e Consigli su Facebook e/o Instagram.

Condividi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.