Precauzioni e controindicazioni al massaggio

Tempo di lettura: 29 minuti

Consultazione veloce di numerose precauzioni e controindicazioni al massaggio. Dai un’occhiata . . .

precauzioni e controindicazioni al massaggio

Se i clienti presentano patologie o infortuni, il massaggiatore dovrebbe valutare e applicare i principi di precauzioni e controindicazioni al massaggio per accertarsi che il massaggio non rechi danni.

Fornire una guida coerente e completa in relazione alle controindicazioni è importante per:

  • Promuovere positivamente l’immagine del settore.
  • Fornire informazioni veritiere e corrette ai clienti. Informazioni diverse sulla stessa patologia creano, nei clienti, confusione e mancanza di fiducia verso i professionisti del settore.
  • Proteggere i clienti garantendo loro un piano di trattamento sicuro.
  • Proteggere se stessi da una azione legale. Un cliente potrebbe avere un qualsiasi problema di cui non aveva conoscenza e dopo il massaggio potrebbe ad esempio, restare bloccato con la schiena. Se preventivamente gli hai fatto firmare la scheda di assunzione al massaggio, dove lui si assume eventuali responsabilità, puoi stare sereno in quanto la scheda ha valore legale.

E’ importante che il massaggiatore esegua un’indagine completa sulle controindicazioni prima di iniziare un massaggio o un trattamento e di chiedere al cliente di consultare il proprio medico prima di sottoporsi al massaggio se:

  • L’indagine delle controindicazioni indica l’esistenza di un disturbo medico, precedentemente non diagnosticato, che potrebbe essere influenzato negativamente dal massaggio o un trattamento.
  • Se un disturbo medico noto o diagnosticato in precedenza dovesse peggiorare.

A seguire, precauzioni e controindicazioni al massaggio in base a diverse patologie.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per lesioni del sistema scheletrico

precauzioni e controindicazioni al massaggio

FRATTURA

La frattura è una interruzione dell’integrità strutturale dell’osso che può essere di origine traumatica o spontanea (patologica).

In breve, le fratture più frequenti sono:

  • Frattura composta. I frammenti conservano la loro posizione anatomica.
  • Frattura scomposta. I frammenti si spostano dalla loro posizione anatomica.
  • Frattura chiusa. La cute rimane integra.
  • Frattura esposta. La cute viene lacerata esponendo l’osso.
  • Frattura completa. Coinvolge tutto lo spessore dell’osso.
  • Frattura incompleta. Coinvolge una parte dell’osso.
  • Frattura instabile. Quando le forze deformanti, come la forza muscolare, ostacolano il contatto  tra i due segmenti ossei.
  • Frattura stabile. Quando non ci sono forze deformanti.
  • Frattura semplice. La frattura genera due frammenti ossei distinti.
  • Frattura pluriframmentaria o comminuta. La frattura genera numerosi frammenti.
  • Frattura trasversale. La rima di frattura è disposta ad angolo retto rispetto all’asse longitudinale dell’osso.
  • Frattura obliqua.  La rima di frattura forma un angolo inferiore a 90° rispetto all’asse longitudinale dell’osso.
  • Frattura longitudinale. La rima di frattura è parallela all’asse longitudinale dell’osso.
  • Frattura spiroide. La rima di frattura compie un decorso a spirale lungo il segmento osseo, avvolgendosi ad esso.

Indicazioni al massaggio:

  • Evitare il massaggio sulla zona della frattura.
  • Il resto del corpo può essere massaggiato normalmente.
  • Massaggiare le aree del corpo che sono state abusate per la compensazione della frattura.
  • Quando l’osso si è ben fissato, si può tentare un massaggio delicato dei muscoli adiacenti alla frattura.

ebook

DISTORSIONE

La distorsione è una lesione ad un’articolazione causata da un trauma.

A seguito della gravità, viene classificata:

  • 1° grado. Presenta solo uno stiramento dei legamenti.
  • 2° grado. I legamenti della capsula articolare si rompono completamente o parzialmente, ma l’articolazione è ancora stabile.
  • 3° grado. Interessa le lacerazioni capsulo-legamentose più gravi, che causano l’instabilità dell’articolazione per eccessivo allontanamento e dislocazione dei capi articolari (in particolare nel ginocchio).

Le cause del trauma sono, perlopiù, dovute a cadute accidentali, traumi sportivi, traumi automobilistici, tono muscolare insufficiente, sedentarietà.

Indicazioni al massaggio:

  • Evitare il massaggio sulla lesione in forma acuta, a meno che non ci siano .
  • Attenuata la fase acuta, manovre drenanti aiuteranno a disperdere il gonfiore.
  • Massaggiare i muscoli che subentrano ai legamenti colpiti, per stabilizzare l’articolazione e rilassarli temporaneamente.
  • Quando l’articolazione è guarita, massaggiarla con movimenti delicati.
  • Il resto del corpo può essere massaggiato normalmente.
  • Massaggiare le aree del corpo che sono state abusate per la compensazione della distorsione.

ebook

BORSITE

La  borsite è un processo infiammatorio a carico della borsa sierosa di un’articolazione.

Le borse sierose sono delle piccole sacche contenente liquido sinoviale avente il compito di:

  • Proteggere le strutture sottostanti da attriti e sollecitazioni eccessive.
  • Consentire una migliore distribuzione dei carichi a cui vengono sottoposte le articolazioni.
  • Permettere l’esecuzione del movimento con maggiore fluidità.

All’interno del corpo ci sono numerosissime borse sierose, esse sono interposte:

  • Tra due tendini.
  • Tra un osso e un tendine
  • Tra un osso, un tendine e la cute.

Le borse generalmente colpite da sintomi infiammatori sono:

  • Borsite del gomito.
  • Borsite dell’anca.
  • Borsite del ginocchio.

Cause:

  • Movimento ripetitivo, sfregamento, attrito.
  • Artrite reumatoide o gotta.
  • Infezioni batteriche o virali.
  • Cadute e incidenti.

Indicazioni al massaggio:

  • Quando l’infiammazione è acuta, il massaggio è solo una controindicazione locale.
  • Quando l’infiammazione non è acuta, è utile massaggiare i muscoli circostanti al sito colpito e attuare movimenti passivi entro un range confortevole.
  • Massaggiare le aree del corpo che sono state abusate per la compensazione dell’infiammazione.

ebook

CURVATURE SPINALI

Curve naturali e piccoli squilibri posturali della colonna vertebrale, possono diventare problematiche quando diventano eccessive e si irrigidiscono in posizioni sbilanciate, a causa di fattori ereditari, incidenti o cattiva postura per molto tempo.

Le curvature spinali includono:

  • Cifosi.  E’ una curva pronunciata nella parte alta della colonna vertebrale.
  • Lordosi. E’ la curva interna della colonna lombare nella parte bassa della schiena.
  • Lordosi cervicale. E’ una curva eccessiva del collo.
  • Scoliosi. Si presenta come una deviazione laterale della colonna vertebrale associata alla rotazione dei corpi vertebrali.

Indicazioni al massaggio:

  • Non vi sono controindicazioni per le curvature spinali.
  • Non effettuare pressioni sulla colonna vertebrale.
  • Lavorare paravertebrali, schiena in generale e braccia, aiuta a ridurre la tensione muscolare e a ritrovare un po’ di mobilità.
  • Utilizzare più cuscini per garantire che il cliente abbia un supporto adeguato.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per malattie del sistema scheletrico

precauzioni e controindicazioni al massaggio

OSTEOPOROSI

L’osteoporosi causa riduzione della resistenza ossea, con conseguente aumento di fratture ed è abbastanza comune nelle donne dopo la menopausa e negli anziani.

Le fratture causate dall’osteoporosi generalmente colpiscono:

  • Femore.
  • Colonna vertebrale.
  • Anca.
  • Polso.

Indicazioni al massaggio:

  • Non massaggiare zone dove è presente l’osteoporosi.
  • Il massaggio dovrebbe essere delicato, senza allungamenti, manipolazioni articolari e manovre con eccessiva pressione.
  • L’intenzione principale deve essere quella di aiutare il cliente a rilassarsi.
  • Porre attenzione alla pressione quando si massaggia una persona anziana, in particolare le donne, poiché potrebbero avere inconsapevolmente l’osteoporosi.
  • Se necessario, proporre diverse posizioni ed usare cuscini per favorire la comodità del cliente.

ebook

OSTEOMALACIA

L’osteomalacia è una patologia ossea contraddistinta da un’anomalia di mineralizzazione della matrice che rende l’osso privo di sufficienti quantitativi di minerali e di conseguenza fragile e suscettibile a fratture, malformazioni e dolori.

L’osteomalacia è tipica degli adulti mentre nei bambini è chiamata rachitismo.

Le cause principali dell’osteomalacia sono:

  • Carenza di vitamina D
  • Difetti del metabolismo.

L’osteomalacia può causare:

  • Dolori osteo-articolari diffusi.
  • Ipostenia (riduzione di forza muscolare).
  • Deformità ossee.
  • Difficoltà di deambulazione.
  • Fratture patologiche.

Le sedi ossee maggiormente colpite sono:

  • Colonna vertebrale.
  • Cingolo pelvico.
  • Coste.
  • Ossa delle gambe.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio deve essere delicato, privo di digitopressioni, percussioni o manovre a colpi.
  • Il massaggio deve essere eseguito con il consenso del proprio medico curante.

ebook

MORBO DI PAGET

Il morbo di Paget è una malattia abbastanza rara in cui l’osso viene sostituito da tessuto fibroso che diventa duro e fragile.

La malattia di Paget può colpire qualsiasi osso, ma le ossa più comunemente colpite sono:

  • Cranio.
  • Colonna vertebrale.
  • Bacino.
  • Ossa delle gambe.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio deve essere delicato, privo di digitopressioni, percussioni o manovre a colpi.
  • Il massaggio deve essere eseguito con il consenso del proprio medico curante.

 

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per problemi articolari

precauzioni e controindicazioni al massaggio

ARTRITE E ARTROSI

L’artrite è una malattia cronica e autoimmune che si presenta con l’infiammazione articolare e può provocare gonfiore, tumefazione, arrossamento, rigidità, aumento della temperatura nell’area colpita, dolori, perdita della capacità motoria delle articolazioni interessate, deformazione delle articolazioni.

Esistono diversi tipi di artrite, tra cui l’artrite reumatoide, la gotta, e l’artrite nell’ambito di malattie del connettivo quali il lupus eritematoso sistemico.

L’artrite può manifestarsi sia negli adulti che nei bambini ed è più frequente nelle donne che negli uomini.

L’artrosi non è una malattia infiammatoria come l’artrite, ma una patologia degenerativa cronica dovuta dall’invecchiamento naturale dei tessuti connettivi. Può manifestarsi intorno ai 50 anni e colpisce principalmente schiena, mani, ginocchia e piedi.

Indicazioni al massaggio (sia per artrite che artrosi):

  • Il massaggio e il movimento locale sono controindicati nelle fasi acute.
  • Una delicata mobilizzazione delle articolazioni può prevenire un ulteriore deterioramento, a condizione che venga prestata particolare attenzione alle articolazioni doloranti.
  • Nelle fasi non acute, un leggero massaggio dei tessuti intorno alle articolazioni può aiutare ad alleviare il dolore.
  • Nelle fasi non acute, accurati movimenti delle articolazioni possono essere utilizzati per aumentare la mobilità.
  • Gli allungamenti o le manipolazioni della colonna vertebrale sono controindicati, in particolare nella regione cervicale.
  • Il massaggio rilassante totale può aiutare a ridurre lo stress, un fattore di riacutizzazione della malattia.

ebook

SPONDILITE ANCHILOSANTE 

La spondilite anchilosante è una malattia infiammatoria cronica sistemica che intacca le articolazioni della colonna vertebrale rendendola meno mobile e flessibile con successiva limitazione dei movimenti.

Nei casi più gravi, la colonna vertebrale si fonde in un’unica struttura impedendo attività della vita quotidiana come sollevare la testa per vedere il cielo.

La spondilite può anche danneggiare altre articolazioni (esempio spalle, ginocchia, caviglie) e apparati (occhi, polmoni, intestino).

Solitamente i segni e i sintomi si rivelano tra i 20/40 anni d’età.

Indicazioni al massaggio:

  • Nelle fasi acute, il massaggio è controindicato nelle zone di dolore e infiammazione.
  • Il massaggio nelle prime fasi può aiutare a mantenere una certa mobilità.
  • Fare attenzione a non esercitare pressione sui muscoli vicino alla colonna vertebrale, poiché potrebbero essere coinvolti nello splintaggio protettivo delle aree vulnerabili.
  • Se l’intera colonna vertebrale si è fusa, il massaggio può aiutare a rilassare i muscoli spinali.

ebook

ERNIA DEL DISCO 

Questa patologia causa la rottura di un disco vertebrale con conseguente fuoriuscita di materiale discale che comprime i nervi della colonna vertebrale circostanti.

Indicazioni al massaggio:

  • Nelle fasi acute, indirizzare il cliente all’osteopata, al chiropratico, al fisioterapista.
  • Nella fase non acuta, il massaggio può rilassare le tensioni muscolari associate alla zona lesa.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per problemi muscolari

precauzioni e controindicazioni al massaggio

USO ECCESSIVO DEI MUSCOLI

La spossatezza muscolare sopraggiunge dopo un eccessivo sforzo fisico o un allenamento non abituale e provoca dolori muscolari diffusi nei distretti sollecitati.

In questo caso, l’origine del dolore muscolare potrebbe essere causato da:

  • Stress a livello muscolare.
  • Risposta infiammatoria alle sollecitazioni.
  • Eccessivo carico allenante.

In base al tipo, durata e intensità dello sforzo effettuato, il dolore e l’irrigidimento dei muscoli può durare anche diversi giorni.

Indicazioni al massaggio:

  • Se non ci sono lesioni, il massaggio è utile sui muscoli abusati o sovraccarichi di lavoro.
  • Non massaggiare i muscoli se presentano lesioni, come lividi o lacerazioni.
  • Massaggiare l’altro arto o altre aree del corpo, che potrebbero lavorare più duramente del solito per compensare la perdita di funzionalità.
  • I muscoli possono anche contrarsi per proteggere le lesioni. Se temi che questo possa essere il caso, non esercitare pressione e fare attenzione quando si eseguono movimenti passivi.

ebook

SPASMO MUSCOLARE

Chiamato anche crampo muscolare o cavallo charley, uno spasmo muscolare è una contrazione spontanea e involontaria di uno o più gruppi di fibre muscolari, che fisiologicamente dovrebbero trovarsi in uno stato di riposo in quanto non sottoposti a segnali specifici da parte del sistema nervoso.

Alcune cause degli spasmi muscolari potrebbero essere:

  • Attività fisica prolungata e intensa.
  • Traumi.
  • Carenza di minerali.
  • Disidratazione.
  • Avvelenamento del sistema nervoso.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è controindicato per i crampi acuti.
  • Allungare il muscolo allevia il crampo.
  • Quando il crampo si è ridotto, il massaggio può aiutare il muscolo a rilassarsi.
  • Massaggi regolari ed esercizi di stretching possono ridurre gli spasmi a lungo termine.

ebook

STRAPPO MUSCOLARE

Uno strappo muscolare si verifica quando viene richiesto al muscolo uno sforzo in allungamento che non è pronto a fare e può essere di tre gradi:

  • Strappo muscolare di primo grado. Le fibre danneggiate sono poche.
  • Secondo grado. Il numero di fibre lesionate è maggiore.
  • Terzo grado. Lo strappo è subtotale (almeno ¾ delle fibre) o totale.

Indicazioni al massaggio:

  • Non massaggiare lesioni acute, a meno che non si sia addestrato a farlo.
  • Il massaggio di lievi sollecitazioni può essere utile dopo 48 ore, per migliorare la circolazione. Se non si è sicuri dell’adeguatezza del massaggio, consultare un allenatore sportivo o un fisioterapista.
  • Quando la lesione è guarita, il massaggio e lo stretching sono utili.

ebook

SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

La sindrome del tunnel carpale è la compressione del nervo mediano nel suo passaggio attraverso il tunnel carpale nel polso.

La sindrome del tunnel carpale provoca:

  • Debolezza.
  • Intorpidimento.
  • Formicolio.
  • Dolore.

Cause:

  • Qualsiasi sollecitazione che comprima o irriti il nervo mediano nello spazio del tunnel carpale.
  • Fattori anatomici. Frattura, dislocazione del polso, artrite.
  • Malattie croniche.
  • Alterazione dei fluidi corporei.
  • Altre condizioni mediche. Menopausa, obesità, malattie della tiroide, insufficienza renale.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è controindica nelle fasi acute.
  • L’attrito con i farmaci antinfiammatori è controindicato.
  • Se l’artrite reumatoide ha provocato l’ipermobilità articolare, sono controindicate manualità vigorose.
  • Il massaggio locale, per 10 giorni dopo iniezioni di corticosteroidi, è controindicato.

ebook

DISTROFIA MUSCOLARE

La distrofia muscolare è una patologia neuromuscolare a trasmissione recessiva legata al cromosoma X, ed è caratterizzata da una degenerazione progressiva dei muscoli scheletrici, lisci e cardiaci, che genera debolezza muscolare diffusa. Colpisce prevalentemente i maschi mentre le femmine sono di solito asintomatiche (dette portatrici sane). Si manifesta nella prima infanzia con problemi nella deambulazione che progrediscono fino alla perdita dell’autonomia.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio delicato aiuta ad alleviare dolori e spasmi muscolari.
  • In caso di perdita di sensibilità, prestare molta attenzione quando si spostano gli arti.

ebook

MIASTENIA GRAVE

La miastenia è una rara malattia autoimmune delle giunzioni neuromuscolari, ed è caratterizzata da una generale debolezza dei muscoli volontari. Non è una patologia ereditaria, ma acquisita.

La miastenia grave può sopraggiungere a qualunque età, ma si manifesta più frequentemente tra i 20 e i 30 nelle donne e tra i 50 e i 60 anni negli uomini; in circa il 10% dei casi, la malattia si presenta al di sotto dei 10 anni.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio delicato aiuta ad alleviare dolori e spasmi muscolari.
  • In caso di perdita di sensibilità, prestare molta attenzione quando si spostano gli arti.
  • Nella miastenia grave, i farmaci possono ridurre il funzionamento del sistema immunitario, fare attenzione a non esporre il cliente a infezioni.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per condizioni infiammatorie

precauzioni e controindicazioni al massaggio

TENDINITE

Il tendine è una struttura che mette in collegamento ossa e muscoli permettendo il movimento dell’articolazione.  La tendinite è un’infiammazione di questa struttura.

La tendinite provoca:

  • Dolore.
  • Tumefazione.
  • Difficoltà nel muovere l’articolazione coinvolta.
  • La rottura del tendine richiede un intervento chirurgico.

Le cause della tendinite possono essere:

  • In forma acuta, originata da un trauma, soprattutto in ambito sportivo.
  • In forma cronica, originata spesso da un uso ripetitivo.
  • Presenza di calcificazioni.
  • Diabete.
  • Tireopatie.
  • Obesità.

Le articolazioni comunemente colpite sono:

  • Spalle (tendinite della cuffia dei rotatori, ecc).
  • Gomiti (epicondilite o gomito del tennista, ecc).
  • Mani/Polsi (dito a scatto, ecc).
  • Anche (trocanteriti, ecc).
  • Ginocchia (tendinite del quadricipite o jumper knee, ecc).
  • Caviglie (tendinite d’Achille, fasciti plantari ecc).

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è controindicato nella fase acuta, ma è utile quando essa è passata.

ebook

CAPSULITE ADESIVA DELLA SPALLA

La  capsulite adesiva, chiamata anche “spalla congelata” o “frozen shoulder, è una patologia infiammatoria dolorosa che può limitare gradualmente i movimenti della spalla fino alla sua totale rigidità.

È frequente particolarmente nelle donne tra i 35 e i 55 anni.

La  capsulite adesiva si sviluppa in tre fasi:

  • Nella prima fase avviene il “congelamento”, ovvero la perdita graduale del movimento della spalla e un’acutizzazione del dolore. Solitamente questa fase dura tre o quattro mesi.
  • Nella seconda fase diminuisce il dolore, ma resta la rigidità della spalla e può verificarsi l’intorpidimento della mano. Solitamente questa fase dura da quattro mesi a un anno.
  • La terza fase riguarda lo “scongelamento”, ossia il recupero totale o parziale del movimento della spalla. Solitamente questa fase dura da uno a tre anni.

Cause:

Le origini della capsulite non sono ancora completamente chiarite e spesso la patologia insorge senza alcuna causa apparente.

Si è notata però che la capsulite e concomitante a fattori di rischio predisponenti, quali:

  • Età. Si manifesta più frequentemente in persone di età compresa tra i 40 ed i 60 anni.
  • Sesso. Le donne sono colpite almeno il triplo rispetto all’uomo.
  • Diabete.
  • Disfunzione tiroidea.
  • Malattie sistemiche (cardiovascolari, morbo di Parkinson, ipercolesterolemia, artrite ecc.).
  • Utilizzo prolungato di alcuni farmaci
  • Storia precedente di dolore alle spalle ed immobilità.

Indicazioni al massaggio:

  • Non massaggiare direttamente su aree di infiammazione acuta e dolorosa.
  • Evitare allungamenti aggressivi e mobilizzazioni articolari in fase acuta.
  • Evitare le frizioni se il cliente assume degli antinfiammatori.
  • Il massaggio dei muscoli circostanti può aiutare ad alleviare il dolore e prevenire l’immobilizzazione.

ebook

EPICONDILITE

L’epicondilite  o “gomito del tennista” è un’infiammazione dei tendini che collegano i muscoli dell’avambraccio alla parte esterna del gomito.

L’epicondilite ha l’attitudine a cronicizzarsi e divenire un disturbo invalidante per le comuni attività quotidiane. La fascia di età più colpita è quella compresa tra i 30 e i 50 anni.

Cause:

  • Uso continuato ed eccessivo del gomito.

Indicazioni al massaggio:

  • Non massaggiare direttamente su aree di infiammazione acuta e dolorosa.
  • Se il braccio colpito è infiammato, impacchi freddi posso aiutare per sfumare l’infiammazione.
  • Se il dolore al braccio è cronico, impacchi caldi e umidi aiutano ad ammorbidire le adesioni e ad aumentare la circolazione sanguigna.
  • Un leggero linfodrenaggio, all’arto colpito, aiuta a migliorare la circolazione e diminuire il dolore.
  • E’ possibile lavorare sui muscoli distali al gomito.
  • Leggere manovre di stretching possono ampliare il range di movimento.

ebook

TENDINITE D’ACHILLE

La tendinite d’Achille è l’infiammazione del tendine che collega i muscoli del polpaccio  all’osso del tallone.

Cause:

  • Sovraccarico ripetitivo sul tendine.
  • Sono in corso esami sulle possibili cause scatenanti.

Indicazioni al massaggio:

  • Non massaggiare direttamente sull’area di infiammazione.
  • Il massaggio dei muscoli circostanti può aiutare ad alleviare il dolore

ebook

FIBROSI MUSCOLARE

Lo stato di fibrosi del muscolo si forma quando si instaura uno stato di infiammazione cronico. I miofibroblasti (cellule responsabili del rimodellamento cellulare) in una situazione normale, dopo aver portato le sostanze riparatrici, vanno incontro ad apoptosi (morte spontanea). Nel caso invece dell’infiammazione, verranno richiamate cellule immunitarie che si depositeranno nella zona di lesione creando una cicatrice patologica. Le miofibrille non possono riformarsi e il muscolo rimane poco elastico.

Cause:

  • Conseguenza di un trauma (lesione).
  • Conseguenza di alcune patologie come alcuni tipi di distrofia muscolare.

Indicazioni al massaggio:

  • Non massaggiare direttamente sull’area di infiammazione.
  • Il massaggio dei muscoli circostanti può aiutare ad alleviare il dolore.
  • Dopo l’infiammazione, il massaggio aumenta la rigenerazione delle fibre muscolari e l’angiogenesi (sviluppo di nuovi vasi sanguigni a partire da altri già esistenti) e diminuisce la fibrosi.

ebook

FIBROMIALGIA

La fibromialgia è caratterizzata da dolore persistente e diffuso che colpisce i muscoli, le articolazioni e altri tessuti molli del corpo.

Cause:

  • Non vi è, al momento, una causa definitiva.
  • Si afferma che traumi fisici o emotivi possono diventare sintomatici a causa di un’interruzione nella capacità del cervello di trasmettere e interpretare correttamente la risposta del corpo al dolore.
  • Diverse ricerche indicano che disturbi del sonno e/o cambiamenti metabolici del sistema muscolo-scheletrico possono contribuire allo sviluppo della fibrosite.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio aiuta affievolire i sintomi causati da questa patologia.
  • Chi soffre di fibromialgia è estremamente sensibili al dolore pertanto evitare una pressione forte e manovre di percussioni.

Qui puoi leggere i 5 benefici che puoi esporre ad un cliente affetto da fibromialgia.

ebook

PERIOSTITE TIBIALE

La periostite tibiale è un processo infiammatorio acuto o cronico a carico del periostio che è la membrana connettivale che avvolge la parte più esterna dell’osso e che ha la funzione di proteggere, rigenerare e nutrire quest’ultimo.

Cause principali della periostite tibiale:

  • Traumi diretti.
  • Sovrappeso.
  • Piede piatto.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è controindicato in fase acuta.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per problemi del sistema nervoso centrale

precauzioni e controindicazioni al massaggio

ICTUS CEREBRALE

L’ictus cerebrale è originato:

  • Dalla chiusura di un vaso cerebrale (ischemia cerebrale).
  • Dalla compressione dovuta al sangue uscito dal vaso (emorragia cerebrale).

Le cause dell’ictus cerebrale può accadere per due motivi:

  1. Ischemia cerebrale. Un’arteria si può chiudere perché si forma un coagulo (detto trombo) al suo interno o, spesso, su un’irregolarità preesistente della parete dell’arteria stessa (la placca ateromasica) e si parla in tal caso di trombosi cerebrale; oppure perché è raggiunta da coaguli partiti da lontano (detti emboli) solitamente dal cuore o dalle grosse arterie del collo, già colpite da placche ateromasiche e in questo secondo caso si parla di embolia cerebrale.
  2. Emorragia cerebrale. E’ data dalla rottura di una piccola arteria profonda (tipica dell’anziano) o dalla rottura di un aneurisma cerebrale (tipica del giovane). In entrambi i casi l’ipertensione arteriosa gioca un ruolo cruciale.

Indicazioni al massaggio:

  • Le persone che si sono riprese dall’ictus possono sottoporsi al massaggio sotto il parere del proprio medico curante.
  • Esiste un alto rischio che un secondo ictus si verifichi entro un mese dal primo, in questi mesi è vietato il massaggio.
  • Evitare massaggi profondi se la persona assume farmaci fluidificanti del sangue.

ebook

MENINGITE

La meningite è un’infiammazione acuta delle meningi (le membrane di rivestimento che avvolgono il cervello e il midollo spinale). Generalmente la patologia ha origine infettiva e può essere causata da virus, batteri o funghi. Può essere anche mortale.

L’infezione viene trasmessa attraverso le goccioline di saliva che possono essere disperse tramite starnuti, colpi di tosse o mentre si parla.

Indicazioni al massaggio:

  • Assolutamente controindicato.

ebook

FORTI MAL DI TESTA

Mal di testa che si manifestano con vertigini, intorpidimento, sonnolenza e all’improvviso.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è controindicato. Consigliare una visita medica.

ebook

EPILESSIA

L‘epilessia è un disturbo neurologico caratterizzato dalla predisposizione alla manifestazione di crisi epilettiche.

La crisi epilettica è un evento clinico causato da una scarica elettrica (localizzata o diffusa) anomala alla corteccia cerebrale che può essere asintomatica o procurare disturbi anche significativi.

In presenza di epilessia, è sempre necessario un trattamento orientato a ridurre o eliminare le crisi, sia per ridurre la gravità dei sintomi e sia perché la perdita di coscienza è pericolosa durante alcune attività.

Indicazioni al massaggio:

  • E’ possibile applicare il massaggio se approvato dal medico curante.
  • E’ consigliabile evitare il massaggio a testa, nuca, collo.
  • Il cliente potrebbe vivere una perdita sensoriale e non essere in grado di fornire un buon feedback, prestare attenzione a pressione e movimenti articolari.
  • Assistere il cliente alle varie fasi di preparazione al massaggio se soffre di scarso controllo muscolare o tremori.

ebook

MORBO DI PARKINSON

Il morbo di Parkinson è una lenta malattia degenerativa ed è contraddistinta da tremore a riposo, rigidità, lentezza, diminuzione dei movimenti,  instabilità nella postura e/o dell’andatura.

Il morbo di Parkinson colpisce:

  • 0,4% delle persone di 40 anni.
  • 1% delle persone di 65 anni.
  • 10% delle persone di 80 anni.
  • L’età media di insorgenza è di circa 57 anni.

Indicazioni al massaggio:

  • E’ possibile applicare il massaggio se approvato dal medico curante.
  • I malati di Parkinson solitamente presentano movimenti limitati, potrebbe essere necessario utilizzare una sedia da massaggio o un futon.

ebook

ENCEFALITE MIALGICA

L’encefalomielite mialgica, chiamata anche “sindrome da fatica cronica” è una patologia caratterizzata dalla presenza di stanchezza profonda inspiegabile che può comportare:

  • Cefalea.
  • Dolore muscolare e/o articolare.
  • Mal di gola.
  • Problemi nella concentrazione e nella memoria.

Cause:

Le cause dell’encefalomielite mialgica non sono note. La scienza presume che sia una patologia multifattoriale; tra le cause della patologia sono incluse:

  • Infezioni virali come quella da EBV (virus di Epstein Barr).
  • Disfunzioni immunitarie causate da traumi, stress o allergie.
  • Carenza nutrizionale.
  • Ipotensione e svenimenti frequenti.
  • Disturbi dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene come possibile causa di inattività, disturbi del sonno, comorbidità psichiatrica o stress continuo.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio non è controindicato.
  • Chiedere un feedback sulla pressione.

ebook

SCLEROSI MULTIPLA

La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria del sistema nervoso che può verificarsi ad ogni età, ma gli individui in maggior misura colpiti risultano essere quelli tra i 20 e i 40 anni; le donne risultano colpite in numero doppio rispetto agli uomini.

La sclerosi multipla ha periodi di relativo benessere (remissione) che si alternano a periodi di peggioramento dei sintomi (riacutizzazioni o recidive). Le recidive possono essere lievi o invalidanti.

Cause:

Le cause della sclerosi multipla sono ancora sconosciute e si studiano diversi elementi che potrebbero portare all’insorgenza della sclerosi multipla, quali:

  • Ambiente.
  • Etnia.
  • Esposizione ad agenti infettivi .
  • Predisposizione genetica.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è indicato nei periodi di remissione.
  • Il massaggio è controindicato su aree di ulcera da decubito.
  • Sono controindicate tecniche e modalità che richiedono maggiore energia al corpo del cliente.
  • Sono controindicate manovre profonde e forte pressione su aree con sensibilità alterata.
  • L’applicazione di calore su una vasta area influenzerà il sistema nervoso e potrebbe causare affaticamento.
  • Le persone che hanno la sclerosi multipla hanno una scarsa tolleranza ai rapidi cambiamenti di temperatura e quindi climatizzare l’ambiente.
  • Leggere manovre di stretching possono ampliare il range di movimento.
  • Utilizzare più cuscini per il comfort del cliente.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per problemi del sistema endocrino

precauzioni e controindicazioni al massaggio

IPOTIROIDISMO

L’ipotiroidismo è causato da una scarsa produzione degli ormoni tiroidei. Giacché essi influiscono su tutte le funzioni dell’organismo, bassi livelli di ormoni tiroidei, ne limitano il funzionamento.

L’ipotiroidismo è più ricorrente nelle donne, nelle persone con differenti problemi alla tiroide e nei soggetti di età superiore a 60 anni.

Cause principali:

  • Congenito.
  • Malattie autoimmuni.
  • Rimozione chirurgica della tiroide.
  • Terapia con iodio radioattivo.
  • Farmaci.
  • Gravidanza.
  • Carenza di iodio.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio non è controindicato, se non per evitare la zona del collo in una persona che presenta (ingrossamento della tiroide) il gozzo.

Qui puoi leggere i benefici del massaggio per un cliente ipotiroideo.

ebook

SINDROME DI CUSHING

Sindrome di Cushing endogena presenta un’aumentata concentrazione di cortisolo prodotto dalle ghiandole surrenali.

Cause principali:

  • Non è nota, anche perché a volte la diagnosi è imprecisa e ritardata.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio non è controindicato.

ebook

DIABETE

Nel diabete, chiamato diabete mellito, i livelli di zuccheri nel sangue (glucosio) sono elevati in modo irregolare, perché il corpo non riesce a produrre una quantità di insulina capace di soddisfare le proprie esigenze.

L’insulina, un ormone generato dal pancreas, controlla la quantità di glucosio presente nel flusso ematico.

Esistono due tipi di diabete mellito:

  1. Diabete mellito tipo 1. Il 90 % delle cellule prodotte dell’insulina del pancreas vengono distrutte. Per questo motivo, la produzione di insulina all’interno del pancreas è ridotta o assente. Solitamente, questi tipo di diabete insorge prima dei 30 anni.
  2. Diabete mellito tipo 2. Il pancreas continua a produrre insulina, certe volte a livelli superiori alla norma. Tuttavia, l’organismo sviluppa resistenza all’insulina, quindi la produzione non è sufficiente a soddisfarne le necessità.

Cause:

  • Fattori ereditari.
  • Fattori ambientali.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio non è controindicato per i clienti che presentano tessuti sani e buona circolazione.
  • Controllare possibili complicazioni, in particolare la pelle sottile nelle aree periferiche del corpo e altre condizioni della pelle, inclusi prurito, macchie o foruncoli.
  • Evitare il massaggio sui siti di iniezione per almeno un’ora.
  • Ottieni informazioni dal cliente sul possibile calo del livello di zucchero nel sangue (attacco ipoglicemico): quali sintomi prestare attenzione e cosa fare.

Qui puoi leggere i 5 benefici che puoi esporre ad un cliente diabetico.

Precauzioni e controindicazioni generali al massaggio per problemi della pelle

precauzioni e controindicazioni al massaggio

  • Chiedere informazioni al cliente se sussiste una condizione anomala della pelle.
  • Consigliare la visita di un medico se sussistono condizioni insolite della pelle.
  • Le condizioni infettive della pelle sono sempre controindicazioni locali al massaggio.
  • Alcune condizioni infettive della pelle sono controindicazioni totali al massaggio, a causa del rischio di infezioni incrociate. Esempio, impetigine (quando acuta), tigna (se diffusa), scabbia (fino a quando non si è chiarita).
  • E’ controindicato massaggiare aree della pelle che sanguinano o si rompono. I fluidi corporei (sangue, linfa, pus) possono contenere agenti infettivi, che potrebbero essere trasmessi al professionista e/o ad altre parti del corpo del cliente.
  • Adottare protocolli di disinfestazione dopo avere trattato ogni cliente.
  • Non utilizzare forte pressione su una pelle sottile.
  • Tutti i tumori della pelle sono controindicazioni al massaggio locale.
  • E’ controindicato massaggiare su un sito che presenta un livido, mentre è utile massaggiare le aree circostanti.
  • Le vesciche sono una controindicazione al massaggio locale.
  • Le piaghe da decubito sono una controindicazione al massaggio locale, mentre è utile massaggiare le aree circostanti.
  • Il massaggio non è controindicato in presenza di vitiligine.
  • Il massaggio non è controindicato in presenza di macchie del fegato o dell’età.
  • Evitare manovre e frizioni su nei sopra pelle.
  • Il massaggio non è controindicato in presenza di psoriasi se la pelle non è lesa.
  • l’acne è una controindicazione al massaggio locale a seconda della gravità e del grado di infiammazione.
  • Il massaggio è controindicato se il cliente presenta l’impetigine (croste in rilievo solitamente intorno a bocca e naso) che è altamente contagiosa.
  • L’herpes labiale è una controindicazione al massaggio locale.
  • Le verruche sono una controindicazione al massaggio locale.
  • Il massaggio è controindicato se il cliente presenta la tigna che è contagiosa.
  • Il piede d’atleta è una controindicazione al massaggio locale.

Precauzioni e controindicazioni generali al massaggio per problemi di respirazione

precauzioni e controindicazioni al massaggio

  • Diversi  disturbi respiratori sono infettivi durante la fase acuta iniziale, inclusa la tubercolosi polmonare, la polmonite e la bronchite. Questo periodo dovrebbero essere considerato una controindicazione al massaggio.
  • Il massaggio dei muscoli coinvolti nella respirazione può essere molto utile per le persone con disturbi respiratori. Qui puoi leggere diverse manovre di massaggio per facilitare la respirazione.
  • Il massaggio è controindicato nella fase acuta di polmonite.
  • Il massaggio non è controindicato in presenza di sinusite.
  • Il massaggio è controindicato in presenza di tubercolosi ad almeno un mese dopo e dietro prescrizione medica. La tubercolosi è contagiosa.
  • Il massaggio è controindicato nella fase iniziale e acuta della bronchite.
  • Il massaggio non è controindicato se il cliente asmatico non presenta una fase acuta. Le difficoltà respiratorie sono spesso aggravate dalla posizione sdraiata. In tal caso, potrebbe essere necessario utilizzare dei supporti per sostenere il cliente in posizione semisdraiato o sdraiato di lato.
  • Il massaggio è indicato dietro consenso medico in caso di enfisema.
  • Il massaggio non è controindicato in caso di pleurite.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per problemi del sistema cardiovascolare

precauzioni e controindicazioni al massaggio

In generale, quando si massaggiano gli arti con una pressione decisa, lavorare verso il cuore per evitare di esercitare pressione sulle valvole nelle vene.

Non esercitare mai una pressione forte e/o prolungata sulle principali arterie superficiali, quali:

  • Arteria carotide sul lato del collo.
  • Arteria radiale sulla superficie interna del polso.
  • Arterie sulla superficie interna dell’articolazione del gomito e sul retro del ginocchio.

ebook

ANGINA PECTORIS

L’angina pectoris è un dolore toracico che si verifica quando l’afflusso di sangue ai muscoli del cuore è limitato.

I due principali tipi di angina sono:

  1. Angina stabile. Gli attacchi di angina sono provocati da un evidente fattore scatenante (come l’esercizio) e migliorano con i farmaci e il riposo.
  2. Angina instabile. Gli attacchi di angina sono più imprevedibili, si verificano senza un trigger evidente e continuano nonostante il riposo.

L’angina stabile non è pericolosa per la vita da sola. Tuttavia, è un serio segnale di avvertimento che sei a maggior rischio di sviluppare un infarto o un ictus potenzialmente letale.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio rilassante può essere benefico per il cliente che soffre di angina stabile, ma dietro consenso medico.
  • Il massaggio e controindicato per il cliente che soffre di angina instabile.
  • Climatizzare la stanza, il freddo può causare un attacco di angina.

ebook

INFARTO

L’infarto avviene quando un coagulo di sangue interrompe improvvisamente il flusso di sangue all’interno di un’arteria coronaria (vaso sanguigno che porta il sangue ad una parte del muscolo cardiaco).

La sospensione del flusso sanguigno diretto al cuore, con il protrarsi dei minuti ed ore può danneggiare o distruggere una parte del muscolo cardiaco. Se il flusso sanguigno viene ripristinato in tempi brevi, il danno al cuore può essere limitato o addirittura evitato.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è controindicato fino a 3 mesi dopo l’infarto in quanto potrebbe ripresentarsi. Dopo tale periodo vi è bisogno del consenso medico per sottoporsi al massaggio.

ebook

INSUFFICIENZA CARDIACA

Nell’insufficienza cardiaca il cuore non riesce a pompare sangue in quantità sufficiente da appagare le esigenze dell’organismo.

Solitamente si manifestano due tipi di scompenso cardiaco:

  1. Scompenso cardiaco sistolico. Il cuore non riesce più a pompare a sufficienza per il sangue nelle arterie.
  2. Scompenso cardiaco diastolico. Il cuore ha un difetto nel rilasciamento e oppone una resistenza al riempimento di sangue perché è diventato più rigido.

Cause dell’insufficienza cardiaca:

  • Infarto.
  • Malattia delle arterie coronarie.
  • Cardiomiopatia.
  • Malattie delle valvole cardiache.
  • Fibrillazione atriale.
  • Utilizzo di sostanze tossiche.
  • Difetti del cuore presenti alla nascita.
  • Infezioni del muscolo cardiaco.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è indicato dietro consenso medico.
  • Effettuare un massaggio leggero per non affaticare il cuore già debole.

ebook

ALTA / BASSA PRESSIONE SANGUIGNA

Pressione alta

Le cause della pressione alta solo nel 5-10% circa dei casi legate a precise condizioni fisiopatologiche (come stenosi dell’arteria renale, nefropatia, patologia neuroendocrina). In tutti gli altri casi non è facile stabilire con certezza le reali cause dell’ipertensione.

Cause della pressione alta:

  • Diminuita capacità del rene nell’eliminazione del sodio.
  • Presenza di patologie croniche come diabete, colesterolo alto, patologie renali, tumori alla ghiandole surrenali, malformazioni cardiache e apnee notturne.
  • Alimentazione.
  • Sovrappeso e obesità (maggiore è il peso, maggiore sarà la quantità di sangue necessaria per irrorare tutto l’organismo e, conseguentemente, sarà più elevata anche la pressione esercitata sulle arterie).
  • Sedentarietà.
  • Stress.
  • Invecchiamento.
  • Fumo.
  • Alcool.
  • Alcuni stati di gravidanza.

Pressione bassa

La pressione bassa, o ipotensione, è la condizione di un soggetto i cui valori pressori risultano più bassi della norma.

Cause della pressione bassa:

  • Fisiologica
  • Diminuzione della gittata cardiaca.
  • Calo delle resistenze vascolari.
  • Emorragia.
  • Carenze nutrizionali.
  • Disidratazione (per eccessiva sudorazione, diarrea e vomito protratti, diabete, ustioni estese).
  • Setticemie.
  • Disfunzioni tiroidee.
  • Reazioni allergiche.
  • Anemie.
  • Disfunzioni della pompa cardiaca, aritmie, forte tachicardia, infarto miocardico acuto.
  • Caldo e afa.
  • Gravidanza.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio addominale profondo è controindicato, ma il massaggio rilassante è probabilmente utile per mantenere bassi i livelli di stress.
  • Se il cliente ha la pressione alta e non è controllata dai farmaci, ottenere il permesso medico.
  • La bassa pressione sanguigna non è una controindicazione al massaggio.
  • Se il cliente soffre di pressione bassa, farlo riposare prima di alzarsi in quanto potrebbe girargli la testa o svenire.

ebook

ARTERIOSCLEROSI

L’arteriosclerosi è una malattia cronica e progressiva dei vasi sanguigni che si mostra in età adulta o avanzata ed è causata dall’ispessimento e dalla perdita di elasticità delle arterie determinando una diminuzione del flusso sanguigno che raggiunge le aree del corpo (tessuti) irrorate dall’arteria malata.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è indicato dietro consenso medico.
  • Effettuare un massaggio leggero.

ebook

TROMBOSI VENOSA PROFONDA

La trombosi venosa profonda consiste nella formazione di coaguli di sangue (trombi) all’interno delle vene profonde, in genere delle gambe.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è assolutamente controindicato.
  • Il massaggio è possibile dopo 3/6 mesi, dietro consenso medico.
  • Effettuare un massaggio leggero.

ebook

VENE VARICOSE

Le vene varicose sono causate da una dilatazione permanente delle vene associate ad alterazioni delle loro pareti che appaiono visibilmente tortuose.

Principali fattori di rischio:

  • Familiarità.
  • Sesso femminile.
  • Vita sedentaria.
  • Sovrappeso o obesità.
  • Attività lavorative che inducono a stare in piedi per molte ore al giorno.
  • Età.
  • Gravidanza.

Indicazioni al massaggio:

  • E’ possibile applicare sulla zona colpita leggere manovre di drenaggio.
  • Non comprimere l’aorta addominale durante il drenaggio.
  • Se la zona colpita è dolorosa, il massaggio locale è controindicato.
  • Controindicate manovre profonde e specifiche sulle vene varicose.
  • Consigliabile sollevare le gambe con i cuscini  per ridurre il gonfiore, alleviare i segni e i sintomi.

ebook

EMOFILIA

L’emofilia è una malattia congenita ed ereditaria, causata da un deficit di alcune proteine della coagulazione del sangue. Chi ne è affetto ha una maggior tendenza alle emorragie, sia spontanee sia post-traumatiche.

Indicazioni al massaggio:

  • L’emofilia grave è una controindicazione al massaggio.
  • Il massaggio è indicato per l’emofilia lieve dietro consenso medico.
  • Effettuare un massaggio leggero.

Qui puoi leggere altre controindicazioni per il cliente emofiliaco.

ebook

ANEMIA

L’anemia è una condizione in cui il numero di globuli rossi non è sufficiente a trasportare abbastanza ossigeno da soddisfare i bisogni dei diversi tessuti e organi del corpo. Esistono diverse forme di questo disturbo, ciascuna causata da fattori diversi.

Indicazioni al massaggio:

  • L’anemia grave è una controindicazione al massaggio.
  • Il massaggio è indicato per l’anemia lieve dietro consenso medico.
  • Effettuare un massaggio leggero.

ebook

LEUCEMIA

La leucemia è un tumore del sangue che nella maggior parte dei casi ha origine da una cellula staminale emopoietica (cellula non ancora differenziata).

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è indicato dietro consenso medico.

 

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per problemi del sistema immunitario

precauzioni e controindicazioni al massaggio

REAZIONI ALLERGICHE

Le reazioni allergiche (reazioni di ipersensibilità) sono risposte immunitarie inadeguate a sostanze solitamente innocue.

Le allergie comuni sono febbre da fieno, asma allergico ed eruzioni cutanee, incluso l’eczema.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è controindicato su zone infiammate.
  • Evitare l’utilizzo di oli essenziali. Consigliato l’olio di mandorla.

ebook

MALATTIE AUTOIMMUNI

Le malattie autoimmuni sono patologie caratterizzate da una reazione scorretta del sistema immunitario, che attacca e distrugge i tessuti sani del nostro organismo riconoscendoli come estranei per errore.

Esempi di patologie autoimmuni:

  • Malattia di Addison.
  • Celiachia.
  • Dermatomiosite.
  • Morbo di Graves.
  • Tiroidite di Hashimoto.
  • Miastenia gravis.
  • Lupus eritematoso sistemico.
  • Diabete di tipo1.

Indicazioni al massaggio:

  • Se il cliente si presenta affaticato, debole o malato, applicare un massaggio delicato.
  • Non massaggiare siti di iniezione ad un’ora da essi.
  • E’ controindicato massaggiare zone irritate e/o aperte.

ebook

LINFEDEMA

Il linfedema è una patologia cronica a carattere evolutivo, disabilitante ed ingravescente. E’ caratterizzata da un rallentamento o da un blocco della circolazione linfatica a carico dell’arto superiore e/o inferiore.

Indicazioni al massaggio:

  • Indicato il linfodrenaggio.

ebook

CANCRO

Il cancro è una condizione patologica caratterizzata dalla proliferazione non controllata di cellule che hanno la capacità di infiltrarsi nei normali organi e tessuti dell’organismo alterandone la struttura e il funzionamento.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è generalmente benefico per i clienti che hanno un cancro. Può fornire conforto e sollievo dallo stress emotivo, aiutare ad alleviare temporaneamente il dolore, difficoltà di sonno, problemi digestivi minori e rigidità muscolare.
  • E’ controindicato massaggiare direttamente su un tumore o aree attualmente in fase di radioterapia.
  • Osservare le consuete controindicazioni su pelle lesa, infezioni, tessuto cicatriziale recente e complicazioni cardiovascolari.
  • Tenere presente che la chemioterapia e la radioterapia possono causare pelle sottile.

Qui puoi leggere le linee guida per il massaggiatore che tratta un cliente affetto da cancro.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per problemi dell’apparato digerente

precauzioni e controindicazioni al massaggio

NAUSEA

La nausea è un termine medico generico che descrive un malessere alla parte superiore dello stomaco, accompagnato molto spesso da un particolare senso di vomito.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio non è controindicato se non abbastanza grave da provocare vomito.

ebook

INDIGESTIONE

L’indigestione indica una serie di disturbi che si verificano successivamente a un pasto e possono essere bruciore, pesantezza, nausea, dolore diffuso all’addome senso di gonfiore, meteorismo eccetera.

Indicazioni al massaggio:

  • Il massaggio è controindicato per qualsiasi sintomi di indigestione.
  • Consigliare al cliente di sottoporsi al massaggio almeno due ore dopo il pasto.

ebook

ULCERA GASTRICA

Un ulcera gastrica è lesione escavata o erosione, più o meno profonda della mucosa e sottomucosa di rivestimento della parete dello stomaco.

L’ulcera si forma quando si rompe l’equilibrio tra fattori “aggressivi”, quali gli acidi dello stomaco, e fattori “protettivi” tra cui strato di muco ed altre sostanze prodotte da cellule specializzate dello stomaco, che sono utili a difendere la mucosa gastrica.

Cause dell’ulcera gastrica:

  • Stress.
  • Impiego cronico di corticosteroidi.
  • Abuso di caffè.
  • Alcool.
  • Fumo.
  • Alimentazione eccessiva.

Indicazioni al massaggio:

  • Massaggio delicato sull’addome.

ebook

COLITE

Il termine colite indica in maniera generica uno stato di infiammazione del colon, nella sua interezza o relativamente ad un suo segmento. In funzione della sua origine, la colite può essere distinta in:

  • Primitiva: quando ha origine direttamente nel colon;
  • Secondaria: quando è causata da un disturbo localizzato in altra sede.

Per la sua evoluzione nel tempo, può invece essere acuta (se si manifesta con un singolo episodio) o cronica, causata da patologie caratterizzate da andamento cronico.

Cause della colite:

  • Dieta.
  • Ciclo mestruale.
  • Fattori di natura psicologica legati allo stress.
  • Alterazione della normale flora intestinale.

Indicazioni al massaggio:

  • Massaggio delicato sull’addome.

ebook

MALATTIA DI CROHN

La malattia di Crohn è un’infiammazione cronica dell’intestino e può coinvolgere la parete di tutto il tratto gastrointestinale, dalla bocca all’ano.

Cause:

Le cause della malattia di Crohn non sono completamente comprese.

Si presume che l’infiammazione possa attivarsi in seguito a diversi fattori, quali:

  • Predisposizione genetica.
  • Fattori ambientali.
  • Fumo.
  • Alterazioni della flora batterica intestinale.
  • Risposta immunitaria.

Indicazioni al massaggio:

  • Massaggio delicato sull’addome.

ebook

DIVERTICOLITE

La diverticolite è l’infiammazione o l’infezione di una o più diverticoli (sacche simili a palloncini).

Cause:

La diverticolite si osserva in soggetti con diverticolosi, quando un diverticolo sviluppa un piccolo (talvolta microscopico) foro che lascia fuoriuscire i batteri dell’intestino. Alcuni medici ritengono che un diverticolo possa infiammarsi anche in assenza di fori. Colpisce più di frequente il colon sigmoideo, che è l’ultima parte dell’intestino crasso prima del retto.

Indicazioni al massaggio:

  • Massaggio delicato sull’addome.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per problemi degli organi addominali

precauzioni e controindicazioni al massaggio

CIRROSI EPATICA

La cirrosi epatica è una malattia cronica e degenerativa del fegato. Il fegato, ogni volta che viene danneggiato, prova a ripararsi formando delle cicatrici; l’accumulo di cicatrici limitano il suo funzionamento.

Cause:

  • L’abuso di alcol.
  • Epatite B e C.
  • Steatosi epatica non alcolica.
  • Problemi a carico dei dotti biliari.
  • Accumulo di ferro nell’organismo o di rame nel fegato.
  • Malattie epatiche autoimmuni.
  • Fibrosi cistica.
  • Schistosomiasi.
  • Disturbi ereditari del metabolismo degli zuccheri.

Indicazioni al massaggio:

  • Controindicato per la cirrosi avanzata.

ebook

CALCOLI BILIARI

I calcoli biliari sono generalmente composti da colesterolo, che precipita sotto forma di cristalli nella bile.

Cause:

  • Il motivo per cui si formano i calcoli biliari non è ancora del tutto noto. Generalmente si ritiene che la causa sia l’eccesso di colesterolo che la bile non è in grado di sciogliere.

I fattori che possono aumentare il rischio di calcoli biliari sono:

  • Sesso femminile.
  • Una dieta con troppi grassi e povera di fibre.
  • Sovrappeso e obesità o, al contrario, dimagrimento troppo rapido.
  • Gravidanza.
  • Diabete.
  • Familiarità.
  • Farmaci: anti-colesterolo o terapie ormonali a base di estrogeni.

Indicazioni al massaggio:

  • Controindicato se il cliente ha dolori.

ebook

ERNIA IATALE

L’ernia iatale è una protrusione dello stomaco attraverso lo iato diaframmatico. La maggior parte delle ernie è asintomatica, ma un’aumentata incidenza di reflusso acido può causare i sintomi da malattia da reflusso gastroesofageo.

Esistono 2 tipi principali di ernia iatale:

  1. Ernia iatale da scivolamento (la più comune): la giunzione gastroesofagea e una porzione dello stomaco scivolano al di sopra del diaframma.
  2. Ernia iatale paraesofagea: la giunzione gastroesofagea si trova nella sua posizione normale, ma una parte dello stomaco risulta adiacente all’esofago nello iato diaframmatico.

Indicazioni al massaggio:

  • I clienti sono più a loro agio seduti che sdraiati o, comunque, sollevare lo schienale in posizione supina.

ebook

ERNIA ADDOMINALE

Un’ernia della parete addominale è una protrusione del contenuto addominale attraverso una zona di debolezza o un difetto della parete, acquisito o congenito. Molte ernie sono asintomatiche, ma alcune diventano incarcerate o strangolate, causando dolore e richiedendo immediatamente l’intervento chirurgico.

Indicazioni al massaggio:

  • E’ controindicato il massaggio locale.

Precauzioni e controindicazioni al massaggio per altre problematiche

precauzioni e controindicazioni al massaggio

  • Il massaggio è controindicato per le persone con infezioni acute del tratto urinario.
  • Il massaggio controindicato sull’addome negli stadi non acuti di infezione delle vie urinarie.
  • A causa della posizione esposta dei reni, evitare forti percussioni sulla schiena tra le costole più basse e il bacino.
  • Il massaggio non è controindicato nella menopausa.
  • Il massaggio non è controindicato se sussiste una infezione vaginale.
  • Il massaggio non è controindicato se sussistono tumori benigni.
  • Il massaggio addominale profondo è controindicato se sussiste l’endometriosi (infiammazione cronica benigna degli organi genitali femminili e del peritoneo pelvico).
  • Il massaggio addominale profondo è controindicato se sussiste una infezione infiammatoria pelvica.
  • Il massaggio addominale profondo è controindicato se sussiste un prolasso utero/vagina.
  • Cancro alla prostata non è una controindicazione al massaggio.

Ti saluto e ti ricordo che puoi seguire Massaggi e Consigli su Facebook e Instagram per restare informato sui nuovi post.

Condividi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.