Preparare i pindasweda

Tempo di lettura: 6 minuti

Come massaggiatore puoi preparare i pindasweda sia per risparmiare e sia per personalizzare il massaggio in base alle esigenze del cliente.

Preparare i pindasweda

Originari della medicina orientale e ayurvedica, i pindasweda sono dei sacchetti, di cotone o di lino, riempiti con erbe aromatiche e base di riso o altro che, a seconda del tipo di riempimento, possono produrre determinati effetti.

Il termine pindasweda deriva dalla lingua sanscrita ed è formato dalle parole  ‘‘pinda’’ che significa “bolo” o “tampone”, e  ‘‘sweda’’ che significa ”sudorazione”.

Per tanto, lo scopo principale dei pindasweda, che vengono riscaldati prima dell’applicazione, è stimolare la sudorazione della parte trattata per favorire l’eliminazione delle tossine.

Indipendentemente dalle erbe che utilizzerai, i pindasweda hanno degli effetti comuni quali:

  • Idratante.
  • Disintossicante.
  • Distensivo per i muscoli.
  • Stimola la circolazione sanguigna.
  • Rilassante.

Elementi per preparare i pindasweda

Gli elementi base che puoi trovare nei venditori specializzati, ma anche al supermercato o online, per preparare i pindasweda sono:

Elementi per l’esterno:

  • Stoffa cotone o lino.
  • Spago di iuta o nastro.

Elementi per l’interno:

Solitamente per la base viene utilizzata:

  • Riso basmati.
  • Riso venere.
  • Riso integrale.
  • Farina integrale di ceci.
  • Farina di riso.

Le erbe (maggiormente utilizzate):

  • Polvere di zenzero: tonico-stimolante, applicato sui bronchi aiuta in caso di bronchite. Ha proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie.
  • Finocchietto selvatico: digestivo e drenante.
  • Cumino: digestivo e drenante. Elimina inoltre gonfiori addominali e gas intestinali.
  • Polvere di cannella: stimola la circolazione.
  • Anice: digestivo e drenante. Ha potere rinfrescante, adatto a stimolare le vie respiratorie in caso di raffreddore e congestione.
  • Sale fino: ottimo dove è presente un ristagno di liquidi, avendo effetto drenante.
  • Malva: azione lenitiva.
  • Camomilla: ricca di flavonoidi, rilassa la muscolatura.
  • Basilico: scioglie le rigidità sia quelle del corpo che quelle della sfera emotiva. Rilassa, ma è anche energizzante.
  • Calendula: ricca di flavonoidi e acido salicilico, la rendono utile come lenitivo e anti infiammatorio.
  • Lavanda: ricca di flavonoidi, ha un’azione rilassante.
  • Tiglio: ricco di flavonoidi e cumarina, ha un’azione calmante e un lenitivo.
  • Rosmarino: ricco di flavonoidi, ha un’azione antinfiammatoria.
  • Foglie di aloe: antinfiammatorie, idratanti e cicatrizzanti.
  • The verde: antiossidante, antinfiammatorio e antimicrobico.
  • Alloro: utile per dolori reumatici, articolari e muscolari che affezioni della pelle.
  • Chiodi di garofano: analgesico, antinfiammatorio e antisettico.
  • Cardamomo: antinfiammatorio, antisettico, nutriente.

In numerose ricette ho letto l’utilizzo degli oli essenziali, ma li sconsiglio vivamente perché:

  1. Possono rendere la custodia infiammabile.
  2. Utilizzati in questa maniera non hanno nessuna proprietà.
  3. Il profumo scompare rapidamente.

Preparare i pindasweda

Preparare i pindasweda

1. Tagliare un quadrato di stoffa di 35 x 35 cm. E’ possibile tagliare quadrati più piccoli per confezionare pindasweta piccoli da utilizzare ad esempio per la cervicale o il viso (foto sotto).

2. Posizionare al centro del quadrato di stoffa un elemento di base (comunemente viene utilizzato il riso) e più spezie in base all’esigenza. Se risulterà troppo vuoto aggiungere un ulteriore quantità di ingredienti scelti, al contrario rimuoverne un po’.

3. Unire i due angoli opposti portandoli in alto, unire poi gli altri due ai primi.

4. Battere, sul tavolo, ripetutamente la palla per compattare gli ingredienti all’interno della stessa.

5. Stringere insieme i 4 angoli del panno e ruotalo per formare una maniglia sopra la palla.

6. Avvolgere fortemente la maniglia con numerosi giri di spago e annodarlo alla fine.

A seguire un video di preparazione dei pindasweda

Ricette per i pindasweda

Puoi preparare i pindasweda sia secondo le tue esigenze o rifacendoti a ricette già prescritte come di seguito.

1. Impacco alle erbe laotiani

Disintossica, allevia il dolore e l’affaticamento, soprattutto dopo aver praticato uno sport o fatto un duro lavoro fisico.

Ingredienti:

  • 3/4 tazze di riso cotto.
  • 1/3 tazze di citronella fresca (schiacciata).
  • 1/3 tazze di zenzero fresco (schiacciato).
  • 1/3 tazze di basilico fresco.
  • 1/3 tazze di pepe fresco.
  • 5 bastoncini di cannella.

Procedimento:  Amalgamare tutti gli ingredienti e creare il pindasweda.

2. Impacco alle erbe Boreh balinese

Riduce i dolori muscolari, migliora la circolazione sanguigna, allevia i sintomi reumatici e lascia una sensazione di calore e benessere.

Ingredienti:

  • 1 tazza di riso in polvere.
  • 1/3 tazze di zenzero fresco (grattugiato).
  • 1 cucchiaio di curcuma in polvere.
  • 3/4 chiodi di garofano.
  • 1/2 bastoncini di cannella.
  • 1 cucchiaio di coriandolo.
  • 1/2 cucchiaio di noce moscata (grattugiata).

Procedimento:  Amalgamare tutti gli ingredienti e creare il pindasweda.

3. Sacchetto di erbe indonesiano

Stimola la circolazione sanguigna e linfatica, riduce affaticamento, insonnia e ipertensione. ammorbidisce la pelle.

Ingredienti:

  • 3/4 tazze di riso cotto.
  • 1 cucchiaio di camomilla.
  • 1 cucchiaino di zenzero essiccato.
  • 2 cucchiaini di polvere di sandalo.
  • 1 cucchiaio di scorza di limone (tritata).
  • 1/4 di cucchiaino di curcuma in polvere.
  • 1 cucchiaino di vetiver (opzionale).

Procedimento:  Cuocere il riso e farlo raffreddare. Aggiungere tutti gli altri ingredienti in una tazza d’acqua, portare ad ebollizione e cuocere a fuoco lento per 10 minuti. Togliere dal fuoco, raffreddare e scolare. Mescolare il riso con il composto filtrato e creare il pindasweda.

4 Pindasweda per la costituzione Vata

Ingredienti:

  • Zenzero (100 gr) o basilico essicato (150/200 gr).
  • Semi di cardamomo verde 50 gr.
  • Semi di finocchio 50 gr.
  • Sale grosso 300 gr.
  • Farina integrale di ceci 250 gr.
  • Riso venere cotto e raffreddato 300/350 gr.

Procedimento:  amalgamare tutti gli ingredienti e creare il pindasweda.

5. Pindasweda per la costituzione Pitta

Ingredienti:

  • Sandalo in polvere 150 gr.
  • Foglie di lavanda 250/300 gr.
  • Semi di cumino 80 gr.
  • Semi di coriandolo 50 gr.
  • Menta piperita 100 gr.
  • Sale grosso 150 gr.
  • Argilla verde in polvere 20/30 gr.
  • Riso basmati cotto e raffreddato 350 gr.
  • Farina di riso 350/400 gr.

Procedimento:  amalgamare tutti gli ingredienti e creare il pindasweda.

6. Pindasweda per la costituzione Kapha

Ingredienti:

  • Foglie di eucalipto 200 gr.
  • Cardamomo nero 30 gr.
  • Chiodi di garofano 150 gr.
  • Sale grosso 350/400 gr.
  • Semi di senape 80 gr.
  • Cannella in polvere 40 gr.
  • Riso cotto e raffreddato 250 gr.
  • Riso integrale cotto e raffreddato 300 gr.

Procedimento:  amalgamare tutti gli ingredienti e creare il pindasweda.

Come utilizzare i pindasweda

Preparare i pindasweda

Prima di utilizzare i pindasweda bisogna riscaldarli.

Nelle pratiche originarie, essi vengono riscaldati:

  • Immergendoli nell’olio caldo medicale.
  • Immergendoli nel latte caldo.

Il progresso ha facilitato il riscaldamento dei pindasweda, infatti puoi riscaldarli utilizzando:

  • Vaporiera.
  • Hotcabinet.
  • Scaldavivande.
  • Piastra.
  • Forno a microonde.
  • Poggiandoli su un termosifone.
  • Poggiandoli vicino ad una stufetta elettrica (tipo scaldabagno).

Sono consigliate vaporiera, scaldavivande, hotcabinet perché il vapore scioglie le proprietà delle erbe contenute nel pindasweda.


Per l’applicazione, si potrebbe pensare che i pindasweda vengano adoperati solo nel “massaggio pindasweda” (antico trattamento ayurvedico), ma non è così come non lo è per:

Se credi che applicare delle pietre calde ti possano essere utili per sciogliere delle tensioni alla schiena, allora fallo.

Se credi che applicare delle stretching solo alle gambe, mentre effettui un massaggio sportivo, può essere utile, allora fallo.

Se un pindasweda può aiutarti a sciogliere una contrattura, allora applicalo.

Il massaggio può è deve essere personalizzato in base all’esigenza e sfruttando tutte le opzioni possibili. Ciò non solo se c’è un problema, ma anche per diversificare il massaggio stesso.

Pensa ad un cliente, che non ha problemi, ma viene da te x anni. Prima o poi non si stuferà sempre della stessa pietanza? E allora inserisci qualcosa in più che non sia lo stesso brodo.

Non ti costa nulla applicare due pietre calde durante un massaggio, ma:

  1. Diversifichi il massaggio.
  2. Fai intuire come potrebbe essere ad esempio, un Hot Stone massage completo.

I pindasweda vanno applicati dopo aver massaggiato il corpo o la zona da trattare tramite:

  • Manovre circolari o lineari.
  • Tamburellando su zone grandi come cosce, glutei e schiena.
  • Lasciandoli semplicemente in posa su una zona.

Se vuoi effettuare un trattamento più lungo con i pindasweda, ne occorrono almeno 4 per averne 2 sempre caldi.

Prima di applicarli sul cliente, controllarne la temperatura sulla parte interna del proprio braccio.

Per una questione igienica, puoi ricoprire  i pindasweda con un leggero pezzo di stoffa, tipo il lenzuolino monouso del lettino, per poi buttarlo.

Buon pindasweda preparazione . . .

Rimani aggiornato sui nuovi post seguendo Massaggi e Consigli su Facebook e/o Instagram.

Puoi aiutarmi sostenendo questo blog e ti spiego come: se devi acquistare una qualsiasi cosa su Amazon, puoi cliccare sul link sottostante che ti indirizza alla pagina di Amazon e da lì cercare ciò che ti occorre e procedere all’acquisto.

Grazie.

Condividi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.